La lotta alla droga non si arresta: maxi operazione dei Carabinieri

L’indagine, iniziata l’ottobre scorso e condotta dal Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Sassuolo, ha consentito di disarticolare una vasta rete di spaccio operativa prevalentemente nelle città di Sassuolo, Modena e Carpi ma con propaggini anche a Mantova, Reggio Emilia e Bologna, in grado di movimentare ingenti quantitativi di hashish e cocaina, destinati al rifornimento di un vasto bacino di clienti.

0
721

Dalle prime ore del mattino, nelle province di Modena, Reggio Emilia, Bologna, Mantova e Biella, è in corso un’operazione antidroga condotta dai Carabinieri della Compagnia di Sassuolo, coadiuvati dal Nucleo Cinofili e col supporto aereo del 13° Elinucleo dei Carabinieri di Forlì, con esecuzione di provvedimento cautelare nei confronti di 19 persone, tutti maghrebini, di cui 8 non in regola sul territorio nazionale, ritenuti responsabili di concorso nella detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.
L’indagine, iniziata l’ottobre scorso, coordinata dalla Procura di Modena e condotta dal Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Sassuolo, ha consentito di disarticolare una vasta rete di spaccio operativa prevalentemente nelle città di Sassuolo, Modena e Carpi ma con propaggini anche a Mantova, Reggio Emilia e Bologna, in grado di movimentare ingenti quantitativi di hashish e cocaina, destinati al rifornimento di un vasto bacino di clienti.
Nel corso dell’attività investigativa erano già stati arrestati in flagranza di reato 18 persone con sequestri di circa 10 chili di sostanze stupefacenti.