Comunale: “tutto pronto per una stagione straordinaria”

Al via la prima parte della stagione teatrale, rispettando tradizione e sicurezza. Al centro del nuovo cartellone prosa, musica classica, danza, musical e jazz. In due mesi 10 spettacoli per 27 repliche totali. Sipario a partire dal 6 novembre. Da sabato 10 ottobre al via la campagna per l’acquisto dei biglietti.

0
408
Da sinistra Davide Dalle Ave, Alberto Bellelli, Carlo Guaitoli e Giovanni Lenzerini

“Una stagione straordinaria come il periodo storico che stiamo vivendo”, queste le prime parole del sindaco Alberto Bellelli nel presentare la stagione teatrale al via a partire dal 6 novembre. “Un cartellone che verrà costruito per fasi, strada facendo, – ha aggiunto il primo cittadino – nel rispetto delle normative anti Covid e delle eventuali variazioni che verranno via via emanate. Della tutela della salute delle persone abbiamo fatto un vero e proprio baluardo: come abbiamo dimostrato con la programmazione estiva, adottando le misure adeguate, si può fare cultura in piena sicurezza”.

“Il nostro – ha aggiunto l’assessore alla Cultura Davide Dalle Ave – è un teatro vivo che negli anni è cresciuto moltissimo, arrivando ad altissimi livelli di eccellenza anche grazie al prezioso lavoro del direttore artistico Carlo Guaitoli e dello staff dell’Ufficio Cultura. Risultati che ci inducono a continuare a investire con forza su questo patrimonio, attraverso una gestione diretta”.

Pur con accessi contingentati e nessun abbonamento a posto fisso, la nuova stagione si presenta al pubblico con proposte di grande qualità, nel solco della propria tradizione con dieci spettacoli e 27 repliche fra novembre e dicembre. “Pur coi limiti che dovremo rispettare per tornare davanti al palcoscenico, ci auguriamo che questa nuova scommessa sul teatro e sulla cultura venga premiata con l’entusiasmo di sempre dal nostro pubblico. Voglio rivolgere un ringraziamento particolare alle persone che hanno rinunciato a chiedere il rimborso per gli spettacoli annullati in primavera (circa un migliaio, per un ammontare di oltre 20mila euro), aderendo alla campagna nazionale #iorinuncioalrimborso, un gesto molto apprezzato di vicinanza al Teatro Comunale e a tutto il mondo dello spettacolo. Per tutti loro – conclude l’assessore Dalle Ave – vorremmo organizzare degli spettacoli gratuiti come forma concreta di ringraziamento”.

“L’esperienza che abbiamo vissuto mi ha fatto sentire ancor più forte quanto il nostro pubblico ami questo spazio. La comunità del teatro è più coesa che mai e non ci ha mai fatto sentire soli, al contrario. Il gesto di tanti di rinunciare al rimborso dei biglietti è stata la dimostrazione tangibile del loro affetto e del loro desiderio di sostenerci in un momento tanto delicato e complesso.

Ricordo che l’emergenza sanitaria – ha sottolineato il maestro Carlo Guaitoli – non ci ha permesso di concludere una stagione teatrale che, fino al momento del lockdown, a fine febbraio, ci aveva regalato grandi soddisfazioni, con una risposta del pubblico oltre le aspettative, con una presenza media di circa 460 spettatori.

Oggi, considerata la situazione di incertezza presentiamo solo la prima parte della stagione, nella quale abbiamo chiesto agli artisti la disponibilità ad aggiungere una replica in più per ogni spettacolo, in modo da accontentare un maggior numero di spettatori, vista la capienza ridotta del teatro e l’impossibilità di vendere abbonamenti. Sono nomi illustri, di grande prestigio, protagonisti assoluti della scena nazionale quelli che calcheranno il palcoscenico del Comunale. Spettacoli che spazieranno dalla prosa alla musica classica, dalla danza al musical, nel solco della nostra tradizione”.

IL CARTELLONE

Il sipario si alzerà per la prima volta venerdì 6 novembre con Oblivion Rhapsody, di e con gli Oblivion che porteranno in scena una selezione del proprio repertorio, mentre l’8 novembre, Michele Campanella e Monica Leone eseguiranno la Nona Sinfonia nella versione per due pianoforti trascritta da Liszt. Due grandi attori poi dal 13 al 15: Luca Lazzareschi e Laura Marinoni diretti da Andrée Ruth Shammah nel dramma Cita a ciegas (Confidenze fatali), dell’argentino Mario Diament. E il 22 novembre un trio straordinario di musicisti per uno straordinario concerto: la tromba di Enrico Rava, il piano di Stefano Bollani e il trombone di Gianluca Petrella. Il 5 dicembre Paolo Calabresi proporrà Lolita, una lettura del capolavoro di Nabokov con musiche di Violetta Zironi, che l’autrice eseguirà dal vivo. Il 6 l’Anna Tifu Tango Quartet recupererà il concerto annullato in marzo causa pandemia: un insolito viaggio nella storia del tango, fra passato e futuro. L’8 dicembre la prima regionale di Fellini, omaggio al genio riminese a cent’anni dalla nascita, con le acrobazie dei Kataklò e le musiche di Rota dal vivo.

Di nuovo prosa dall’11 al 13, quando Ettore Bassi sarà il protagonista di L’Attimo fuggente, nei panni del professore immortalato al cinema da Robin Williams. Appuntamento per famiglie il 22, con la Compagnia Baccalà in Pss Pss, infine – a San Silvestro e Capodanno – un’apoteosi di musiche, balli e colori con Broadway Celebration, dove solisti e cori gospel proporranno brani famosi da famosi musical – molti dei quali visti a Carpi nelle scorse stagioni.

I biglietti sono in vendita dal 10 ottobre (il numero varierà in base alla presenza di congiunti).

Jessica Bianchi