Coronavirus, 103 nuovi positivi

Coronavirus, 103 nuovi positivi, di cui 51 asintomatici da screening regionali e attività di contact tracing. Effettuati quasi 8.500 tamponi e più di 3.000 test sierologici. L'età media dei nuovi casi è di 35 anni. I casi attivi, cioè il numero di malati effettivi, a oggi sono 4.654 (+1 rispetto a ieri). I pazienti in terapia intensiva sono 14 (invariati rispetto a ieri), quelli ricoverati negli altri reparti Covid sono 206 (+1 rispetto a ieri). Nessun nuovo decesso. Dall’inizio dell’epidemia Modena raggiunge quota 4.929 a Modena (+15, di cui 4 sintomatici). Sono 4.053 le persone guarite clinicamente, di cui 3.916 con anche il doppio tampone negativo. 0 casi e 0 decessi oggi a Carpi. E intanto si registra un balzo improvviso dei nuovi casi di Covid in Italia: 2.548!

0
632

Dall’inizio dell’epidemia da Coronavirus, in Emilia-Romagna sono stati registrati 35.414 casi di positività, 103 in più rispetto a ieri, di cui 51 asintomatici individuati nell’ambito delle attività di contact tracing e screening regionali.
L’età media dei nuovi positivi di oggi è 35 anni.
Sui 51 asintomatici, 26 sono stati individuati grazie all’attività di contact tracing, 15 attraverso i test per categorie a rischio introdotti dalla Regione, 3 attraverso gli screening con test sierologici, 6 con gli screening pre-ricovero, mentre di uno non è ancora stata conclusa l’indagine epidemiologica.
Per quanto riguarda la situazione nel territorio, il maggior numero di casi si registra nelle province di Bologna (34), Reggio Emilia (18) e Modena (15).
A Bologna e provincia, su 34 nuovi positivi, 23 sono stati individuati per presenza di sintomi, di cui 15 riconducibili a focolai già noti, 6 sono stati individuati grazie ai test sulle categorie a rischio, 1 grazie all’attività di contact tracing, 3 in seguito ai test pre-ricovero, 1 al rientro dall’estero (Egitto).
In provincia di Reggio Emilia, su 18 nuovi casi positivi, 16 sono riconducibili a focolai già noti, di cui 14 in ambito familiare e 1 in ambito lavorativo, 1 è stato individuato al rientro dall’estero (India), 1 è classificato come sporadico.
In provincia di Modena, su 15 nuovi positivi, 6 sono rientri dall’estero (2 dalla Tunisia, 2 dalla Moldavia, 1 dalla Turchia, 1 dalla Spagna), 6 sono stati individuati in quanto contatti di casi già noti, 1 è risultato positivo in seguito a uno screening aziendale e 2, infine, casi sporadici.
I tamponi effettuati sono 8.418, per un totale di 1.184.856. A questi si aggiungono anche 3.015 test sierologici.
I casi attivi, cioè il numero di malati effettivi, a oggi sono 4.654 (+1 rispetto a ieri).
Le persone in isolamento a casa sono 4.434 (invariati rispetto a ieri), il 95% dei casi attivi. I pazienti in terapia intensiva sono 14 (invariati rispetto a ieri), quelli ricoverati negli altri reparti Covid sono 206 (+1 rispetto a ieri).
Le persone complessivamente guarite hanno raggiunto quota 26.276 (+102 rispetto a ieri): 7 “clinicamente guarite” (stabili rispetto a ieri), divenute cioè asintomatiche dopo aver presentato manifestazioni cliniche associate all’infezione, e 26.269 quelle dichiarate guarite a tutti gli effetti perché risultate negative in due test consecutivi.
Non si registra nessun decesso nel territorio emiliano-romagnolo.
Questi i casi di positività sul territorio: 5.052 a Piacenza (+7, di cui 5 sintomatici), 4.314 a Parma (+5, di cui 3 sintomatici), 5.817 a Reggio Emilia (+18, di cui 8 sintomatici).
Dall’inizio dell’epidemia Modena raggiunge quota 4.929 a Modena (+15, di cui 4 sintomatici). Sono 4.053 le persone guarite clinicamente, di cui 3.916 con anche il doppio tampone negativo. 0 casi e 0 decessi oggi a Carpi.  6.346 a Bologna (+34, di cui 23 sintomatici), 585 a Imola (+1, nessun sintomatico), 1.464 a Ferrara (+4, di cui 2 sintomatici), 1.807 a Ravenna (+3, di cui 1 sintomatico), 1.377 a Forlì (+8, di cui 2 sintomatici), 1.131 a Cesena (+3, di cui 2 sintomatici), 2.592 a Rimini (+5, di cui 2 sintomatici).

COVID IN ITALIA – Balzo improvviso dei nuovi casi di Covid in Italia: 2.548 oggi, contro i 1.851 di ieri. Superata ampiamente quota duemila dunque, come non accadeva dal 29 aprile, e aumento secco più alto dal 24 aprile, quando i nuovi casi furono poco più di 3mila.