Test per alunni, genitori e insegnanti

La Regione rafforza il lavoro di tracciamento ma servono linee guida per garantire la sicurezza di chi lavora in farmacia.

0
562

La curva dei contagi nelle ultime settimane in Emilia Romagna è tornata a salire e la Regione mette in campo un nuovo capitolo della campagna di screening sul Covid 19 annunciando il test sierologico gratuito in farmacia per gli alunni delle scuole e i loro genitori. A breve dovrebbe essere siglata l’intesa con le associazioni dei farmacisti. “Si tratta del test fatto col metodo del pungidito – spiega l’assessore regionale alla Sanità, Raffaele Donini – gratuito e rivolto a tutto il personale della scuola, docenti e non docenti, anche precari, che magari hanno già fatto il sierologico e tra qualche settimana ritengono di rifarlo”. Ma la campagna è rivolta anche “ai genitori degli alunni in età scolare – afferma l’assessore – e addirittura, accompagnati dai genitori, anche gli stessi studenti”. La Regione rafforza così il lavoro di tracciamento ma servono linee guida per garantire la sicurezza di chi lavora in farmacia e, dall’inizio dell’epidemia, non ha mai smesso di operare a contatto con i cittadini perché la farmacia è diventata un punto di riferimento insostituibile sul territorio: dobbiamo vestirci come in ospedale? Creare accessi dedicati a chi è in coda per il test? Se si individua un positivo, la farmacia chiude? Questi i quesiti che attendono una risposta.
Sara Gelli