In arrivo i test sierologici per docenti e operatori scolastici

I test, effettuabili su base volontaria, sono rivolti al personale docente e non docente di nidi, materne, elementari, medie, superiori e istituti di istruzione e formazione professionale pubblici, paritari e privati.

0
952

Prendono il via, a partire dal 24 agosto, i test sierologici per insegnanti e operatori scolastici dell’Emilia Romagna. I test, effettuabili su base volontaria, sono rivolti al personale docente e non docente di nidi, materne, elementari, medie, superiori e istituti di istruzione e formazione professionale pubblici, paritari e privati. Gli esami “saranno effettuati fino a una settimana prima dell’inizio delle attività didattiche o comunque prima dell’effettiva entrata in servizio” nel caso si venga reclutati dopo l’avvio dell’anno scolastico. Chi è interessato a compiere il test dovrà contattare il medico di famiglia o il Dipartimento di sanità pubblica del proprio territorio. Se il test darà esito positivo, scatterà il tampone e tutte le misure previste. L’auspicio del direttore dell’Ufficio scolastico regionale, Stefano Versari e della direttrice generale della Sanità in Regione, Licia Petropulacos è che l’adesione sia alta, poiché ciò “consentirà di sviluppare un importante screening dei cui effetti beneficerà l’intera popolazione scolastica e non solo”.