Prepararsi al parto al tempo del Coronavirus

“Non potevamo lasciare sole le nostre future mamme e dunque abbiamo adottato soluzioni creative in tempo di Covid”. A parlare è Sonia Gilioli, coordinatrice ostetrica del Consultorio familiare di Carpi.

0
512

“Non potevamo lasciare sole le nostre future mamme e dunque abbiamo adottato soluzioni creative in tempo di Covid”. A parlare è Sonia Gilioli, coordinatrice ostetrica del Consultorio familiare di Carpi. Il Coronavirus “ci ha impedito di proseguire i nostri corsi di accompagnamento alla nascita che di solito vedevano la partecipazione diretta delle donne in una sala dedicata in Consultorio. Grazie a una piattaforma messa a disposizione dall’Azienda Usl di Modena, siamo sbarcate in Rete”. Dai momenti più bui dell’epidemia a oggi, le donne in attesa possono seguire a piccoli gruppi i corsi nascita on line, tenuti dalle ostetriche e da una psicologa, direttamente da casa. “Un modo per stare loro accanto e affrontare insieme i bisogni e le aspettative legati al parto e al puerperio”, prosegue Sonia Gilioli. Un momento di confronto e scambio, garantito dalla tecnologia, a cui possono partecipare anche i futuri papà. “Quasi tutte le donne hanno aderito con entusiasmo e gratitudine; solo alcune un po’ più timorose hanno rifiutato il nostro invito, preferendo dei colloqui individuali. Durante il corso, che inizia intorno alla 30 – 32esima settimana, vengono affrontate numerose tematiche: dalle modificazioni corporee in gravidanza alle competenze del bambino, dal travaglio di parto al post parto e ai bisogni del neonato e della neo mamma, dall’allattamento alle prime cure e al sostegno della genitorialità. All’inizio questa nuova modalità ha rappresentato una sfida anche per noi ma ora stiamo per far decollare il quinto corso e il meccanismo è ben rodato. Proseguiremo così per tutta l’estate e abbiamo già una lista d’attesa per potervi partecipare”.

Jessica Bianchi