Chi andrà al lavoro in bici verrà premiato

0
2026
Riccardo Righi

Sembra una vita fa ma in realtà non sono passati che pochi mesi da quando l’unica emergenza a tener banco a livello globale era quella del cambiamento climatico. Soppiantato, almeno per ora, nelle agende di ogni Paese dalla pandemia da covid-19, questo tema ha comunque trovato uno spazio nel Bilancio previsionale del Comune di Carpi. Tra le voci legate agli Investimenti, infatti, “ce n’è una che guarda al futuro ed è quella legata alle azioni e agli interventi di mitigazione ai cambiamenti climatici”, spiega il sindaco Alberto Bellelli, a cui sono destinati 700mila euro nel prossimo triennio (che si sommano ai 900mila euro di spesa corrente).
“Il tema è complesso e trasversale – spiega l’assessore all’Ambiente Riccardo Righi – dunque la nostra ambizione è quella di mettere in campo una serie di azioni, frutto di un percorso condiviso e partecipato. Entro la fine dell’anno vogliamo portare a compimento un censimento del verde pubblico per tracciare così una mappatura reale in grado di restituirci lo stato dell’arte di ogni pianta e sapere dove intervenire”.
Un altro passaggio in agenda è quello dalla rendicontazione del Paes – Piano di azione per l’energia sostenibile (per incrementare la produzione energetica da fonti rinnovabili e ridurre in percentuale non inferiore al 20% entro il 2020, in linea con gli obiettivi Ue, le emissioni di CO2 e quindi ridurre i consumi di energie fossili) alla redazione e al successivo avvio del Paesc – Piano d’azione energia e clima con l’individuazione delle azioni da adottare.
“Da mesi stiamo lavorando al Progetto Smart City o città intelligente e finalmente, la progettazione del software è quasi ultimata. Grazie a sensoristica e strumentazione digitale potremo monitorare la città per avere coscienza in tempo reale di alcuni indici significativi, a partire dai flussi di traffico. Un modo snello e veloce per sapere quali sono le arterie maggiormente congestionate o gli assi su cui si verificano più sinistri per poter agire in modo mirato ed efficace”, spiega l’assessore.
Tra le priorità vi sono poi la desigillazione dell’asfalto e la ripiantumazione: “ogni anno – aggiunge Riccardo Righi – verrà rimossa una quota di asfalto per riportare il terreno alla sua naturale permeabilità e consentire così la messa a dimora di nuovo verde. E quest’anno a tale azione si aggiungerà un intervento significativo su viale Carducci: tra l’area dedicata al parcheggio e la pista ciclabile, verrà rimossa una porzione di asfalto e si creerà una lunga aiuola lineare. Un chilometro di verde”.
Nel prossimo triennio poi l’obiettivo della Giunta è quello di piantare 30mila piante e non solo su suolo pubblico: “metteremo a disposizione dei cittadini 1.500 alberi l’anno – prosegue l’assessore – affinchè ci diano una mano a rendere Carpi sempre più verde anche attraverso la piantumazione delle aree private. Insieme alla Bonifica poi vorremmo attivare dei progetti di collaborazione per rinaturalizzare i canali, favorire la biodiversità e frenare il dissesto idrogeologico e, contestualmente, inserendo in corrispondenza di questi tratti dei percorsi ciclabili”.
La pandemia da Coronavirus di certo ridisegnerà con prepotenza il nostro modo di utilizzare i mezzi pubblici e dunque il pericolo di ricorrere ancor più massivamente all’utilizzo dell’auto privata, incidendo negativamente sulla qualità dell’aria, è dietro l’angolo. “Il trasporto pubblico urbano dovrà certamente essere rivisto ma è ancora prematuro immaginare scenari. Noi al momento abbiamo deciso di estendere anche ai festivi il servizio a chiamata sulle frazioni (Prontobus), di potenziare il bike sharing e di incentivare l’acquisto di mezzi elettrici”.
Tra le novità spicca invece Bike to work: “chi aderirà al progetto verrà premiato, grazie a un fondo che istituiremo, sulla base dei chilometri percorsi per recarsi al lavoro sulla sella della propria bicicletta”.
E sul fronte Parco della Cappuccina? Chi la spunterà tra le 17 proposte di riqualificazione giunte in Comune? “Siamo ormai agli sgoccioli – sorride Righi – a fine mese conosceremo il nome del vincitore”.
Jessica Bianchi