Una Pasqua per riflettere sul vero significato della vita

Le celebrazioni in Cattedrale: la Veglia Pasquale sabato alle 21.30, la Messa della Risurrezione domenica alle 11. Lunedì 13 aprile l’incontro interreligioso e multiculturale promosso dalla Diocesi e dall’Amministrazione comunale. Le celebrazioni saranno trasmesse in diretta sul canale di TVQUI.

0
397

“La Pasqua – ha commentato il vescovo Erio Castellucci – quest’anno avrà il sapore di un annuncio autentico ma non trionfante. Il sepolcro ha solo cominciato ad aprirsi. Del resto anche i discepoli e le donne, pur avendo visto la pietra rotolata via e la tomba vuota e udito l’annuncio della risurrezione di Gesù, hanno continuato per alcune settimane – fino a Pentecoste – a provare timore, spavento e paura, a nutrire dei dubbi, stentando perfino a riconoscerlo. Sarà per noi una Pasqua che, nella fede in Gesù risorto, ribalterà la pietra a poco a poco, mentre riprenderanno con la giusta cautela le attività consuete. La speranza è che quando, in un tempo certo non prossimo, potremo finalmente dire di essere tornati alla “normalità”, possiamo cantare un alleluia diverso da prima: avendo imparato a essere meno superficiali, più consapevoli di ciò che davvero conta nella vita, attenti ai fratelli, soprattutto ai più fragili, aperti alla prospettiva della vita eterna. Solo allora la grossa pietra si potrà dire completamente ribaltata dal sepolcro del nostro cuore”.
Sabato 11 aprile, alle 21,30: celebrazione della Veglia Pasquale presieduta dal Vicario generale della diocesi di Carpi, monsignor Ermenegildo Manicardi. Domenica 12 aprile, alle 11, Messa della Risurrezione, presieduta dall’Amministratore Apostolico monsignor Erio Castellucci. Inoltre, lunedì 13 aprile alle 12, in Piazza Martiri incontro interreligioso promosso dalla Diocesi di Carpi e dall’Amministrazione Comunale in memoria dei defunti covid-19 e per la cessazione dell’epidemia.
Le celebrazioni della Santa Pasqua nella Cattedrale di Carpi saranno trasmesse in diretta sul canale di TVQUI.