Parchi cittadini e cimiteri chiusi a Carpi

Sono 49 i malati accertati di coronavirus a Carpi e per contenere ulteriormente i contagi il sindaco Alberto Bellelli firma un’ordinanza per chiudere parchi cittadini e cimiteri. Chi verrà pizzicato in questi luoghi sarà passibile di multa. L'ordinanza sarà valida fino a mercoledì 25 marzo compreso.

0
3506

Sono 49 i malati accertati di coronavirus a Carpi e per contenere ulteriormente i contagi il sindaco Alberto Bellelli firma un’ordinanza per chiudere parchi cittadini e cimiteri.
“Il virus non solo è presente – ha detto il primo cittadino – ma la linea di contagio si sta alzando costantemente seppur con numeri non eclatanti. La scorsa settimana i parchi erano pieni e in questo momento non possiamo permettercelo, stesso discorso per i cimiteri frequentati perlopiù da anziani che più di chiunque altro oggi devono restare a casa. Chi verrà pizzicato in questi luoghi sarà passibile di multa”.

La chiusura dei cimiteri comunali non riguarda i servizi funerari (trasporto, ricevimento, inumazione, tumulazione): è inoltre consentito l’estremo saluto da parte dei familiari, ma in forma strettamente privata; sono invece sospese tutte le attività di manutenzione cimiteriale a opera di privati, mentre sono consentite quelle eseguite dal concessionario.

Oltre alla chiusura di parchi e giardini pubblici l’ordinanza odierna prevede di limitare l’utilizzo delle panchine, ovunque si trovino, a una sola persona per volta.

L’ordinanza sarà valida fino a mercoledì 25 marzo compreso.