Rinviata a domani la decisione sulle scuole

Tutto rinviato a domani. Dal vertice dei sindaci dell'Emilia-Romagna con il presidente Stefano Bonaccini non e' uscita una decisione definitiva sulla chiusura delle scuole e le altre chiusure precauzionali per arginare l'epidemia di coronavirus. Si aspetta il Consiglio dei ministri di domani per provare a trovare una sintesi tra le regioni piu' colpite.

0
2662

Verrà presa domani la decisione sulle misure per contrastare il coronavirus, a partire dalla chiusura o riapertura di nidi e scuole. “Aspettiamo il provvedimento che adotterà il Governo sulla base del confronto con la comunità scientifica atteso per domani”, ha affermato l’assessore regione alle Politiche per la salute, Raffaele Donini. “E’ giusto che la scienza parli e attraverso dati medico-scientifici auspichiamo si possano prendere decisioni omogenee nelle Regioni”.

“Tornare alla normalità è oggi il nostro imperativo – ha aggiunto Donini -, e condividiamo coi territori l’idea di valutare una possibile ripresa dell’attività di musei, cinema e teatri, seppur con limitazioni negli accessi da definire, ma occorre prendere decisioni con rigore scientifico e su basi certe al fine di tutelare, con la prevenzione, la salute dei cittadini emiliano-romagnoli”.

Da domani inoltre, ha annunciato il presidente Stefano Bonaccini, si insedierà l’Unità di crisi regionale sul Covid-19 che agirà in continuità con il sistema di governance dell’emergenza adottato fino a oggi per prendere su tutto il territorio dell’Emilia-Romagna le decisioni necessarie, e uniformi, per affrontare la crisi Coronavirus.