Diciassettenne preso a calci e pugni in Piazzale Re Astolfo: due persone fermate dai Carabinieri

I due dovranno rispondere di lesioni personali aggravate; il diciassettenne, dimesso dal pronto soccorso durante la notte, ha riportato un trauma cranico e toracico e la frattura di una spalla.

0
2937

Ieri, un trentenne pregiudicato carpigiano con velleità artistiche ha scelto il cortile delle steli per girare un videoclip. Lì invita una comitiva di minorenni a partecipare alle riprese per “diventare famosi” ma i giovanissimi lo snobbano e uno di loro nell’andarsene lo apostrofa dicendo di esserlo già.

Dopo una ventina di minuti, a riprese terminate, l’uomo si riavvicina al gruppetto invitando il ragazzo che poco prima gli aveva risposto a seguirlo per “parlargli”.

Una volta giunti in Piazzale Re Astolfo inizia a percuoterlo con calci e pugni, mentre gli amici del diciassettenne si precipitano richiamati dalle urla del coetaneo. Mentre cercano di dividerli, un amico del trentenne riesce a sferrare al malcapitato l’ennesimo colpo in piena faccia.

I carabinieri, allertati dal 118, in poco tempo riescono a fermarli: il trentenne aveva nel frattempo raggiunto un locale del centro mentre l’altro era rincasato. I due dovranno rispondere di lesioni personali aggravate; il diciassettenne, dimesso dal pronto soccorso durante la notte, ha riportato un trauma cranico e toracico e la frattura di una spalla.