Frecciarossa deragliato a Lodi: morti due macchinisti, numerosi i feriti

L’incidente sulla linea Milano-Bologna: due vagoni sono usciti dai binari. Sul posto ambulanze, vigili del fuoco e elicotteri. Morti i due macchinisti.

0
1112

Un treno Frecciarossa, partito da Milano e diretto a Roma, è deragliato questa mattina alle 5.35 all’altezza di Ospedaletto Lodigiano lungo la linea Milano-Bologna. Almeno due vagoni, oltre alla motrice, si sono ribaltati.
Sul posto si trovano decine di mezzi di soccorso di vigili del fuoco e 118.
Al momento i soccorritori parlano di due morti, il macchinista del treno e un altro ferroviere. Numerosi i feriti ma il bilancio non è ancora definitivo. Le cause dell’incidente sono in via di accertamento.

“Al momento – precisa Alessandra Coppa, Ufficio Stampa Trenitalia Emilia Romagna – per quel che riguarda la circolazione dei treni abbiamo quelli ad alta velocità utilizzano la linea convenzionale tra Milano e Piacenza quindi il traffico alta velocità continua utilizzando i binari della linea convenzionale con un adeguamento dei tempi di viaggio intorno ai sessanta minuti. Al momento non abbiamo ripercussioni sul traffico regionale ma è possibile che durante la mattinata si possano verificare rallentamenti o modifiche di circolazione per i treni che devono entrare nel nodo di Milano, anche quelli regionali”.

Secondo una prima ricostruzione, poco dopo le 5.30 la motrice del convoglio, praticamente vuoto, sarebbe uscita dai binari finendo prima contro un carrello che si trovava su un binario parallelo, e poi contro una palazzina delle ferrovie, dove ha terminato la sua corsa. Il resto del convoglio ha invece proseguito la corsa rimanendo sui binari ancora per un po’ e la seconda carrozza ad un certo punto si è ribaltata fermando il treno. La motrice si trova a circa 100 metri prima di quello che rimane della seconda carrozza, sbalzata di lato  rispetto alla massicciata e al di là dell’immobile delle ferrovie. Il tratto dove è avvenuto l’incidente appare, dalle immagini aeree, rettilineo. A quanto si è appreso, sulla prima carrozza c’era un solo passeggero e anche nella seconda e nella terza ce ne erano
pochissimi. Naturalmente le cause dell’incidente sono in corso di accertamento, ma nella zona, a quanto si è appreso, erano in corso dei lavori di manutenzione della linea.

Domani  sciopero di due ore dalle 12

“In considerazione dell’estrema gravità dell’incidente e nel rispetto delle vite umane domani ci sarà uno sciopero di due ore di tutti i ferrovieri dipendenti da tutte le aziende di settore operanti sulla rete nazionale e locale a partire dalle 12 ai sensi della vigente normativa in
materia”. Lo annunciano Filt-Cgil, Fit-Cisl, Uiltrasporti, Fast-Confsal, Ugl Taf e Orsa dopo il deragliamento del treno che ha causato la morte dei due macchinisti.