Violenta la nipote: arrestato dai Carabinieri un pachistano di 69 anni

L’uomo non era affatto sconosciuto all’Arma: lo scorso anno, infatti, venne arrestato dai Carabinieri di Carpi poiché, presso l’aeroporto di Fiumicino, tentò di trasportare in Italia ben 11 chilogrammi di eroina nascosti in un trolley.

0
1523

Dovrà scontare 4 anni di reclusione con le accuse di violenza sessuale aggravata e continuata e minacce, il pachistano di 69 anni, residente a Carpi, arrestato ieri pomeriggio dai Carabinieri.
L’uomo, dopo aver assunto per corrispondenza la giovane sposa del nipote, che all’epoca si trovava in Pakistan, e averla fatta arrivare in Italia ha infranto ogni sogno della 31enne. La giovane, giunta a Carpi un paio di anni fa, per fare la domestica nella casa dell’uomo, dove avrebbe anche dimorato, è sin da subito stata oggetto di morbose attenzioni poi sfociate in ripetute violenze sessuali.
Dopo le indagini avviate dai Militari il Tribunale ha condannato il pachistano a scontare diversi anni di carcere.
L’uomo non era affatto sconosciuto all’Arma: lo scorso anno, infatti, venne arrestato dai Carabinieri di Carpi poiché, presso l’aeroporto di Fiumicino, tentò di trasportare in Italia ben 11 chilogrammi di eroina nascosti in un trolley. Per l’accusa di traffico internazionale di stupefacenti era stato condannato a scontare sei anni di reclusione con interdizione dai pubblici uffici. Da qualche mese aveva ottenuto di scontare la pena agli arresti domiciliari, ma il beneficio è durato poco.