Gattile – L’angolo delle adozioni: Bimbo cerca casa

Il primo gatto in cerca di casa nel 2020 è Bimbo, trovato a Ravarino, riverso in mezzo alla strada e abbandonato perchè malato. Per lui cerchiamo un’adozione consapevole, perché Bimbo sta bene, ma dovrà mangiare a vita cibo specifico del tipo Urinary, che previene i problemi urinari che potrebbero ripresentarsi se il gatto non viene alimentato correttamente.

0
704
Bimbo ha bisogno di voi!

Il primo gatto in cerca di casa nel 2020 è Bimbo. Bimbo è stato trovato lo scorso 30 giugno a Ravarino in via Gramsci, riverso in mezzo alla strada. La volontaria che lo ha raccolto ha pensato in un primo momento che fosse stato investito da un’auto e lo ha portato dal veterinario.
La causa del malore si è rivelata invece essere un blocco urinario. Se non fosse stato soccorso il micio sarebbe morto nel giro di poche ore, ma la storia è finita bene, è stato curato e ora è in splendida forma. Nonostante gli annunci, il padrone, se ne aveva uno, non si è fatto avanti, e Bimbo è ancora in Gattile. Molto probabilmente era un gatto di casa, perché è molto mansueto, affettuoso e abituato alle persone. Ha circa 6 o 7 anni. Per lui cerchiamo un’adozione consapevole, perché Bimbo sta bene, ma dovrà mangiare a vita cibo specifico del tipo Urinary, che previene i problemi urinari che potrebbero ripresentarsi se il gatto non viene alimentato correttamente. Per questo è preferibile per lui un’adozione come gatto unico, perché è molto complicato somministrare alimentazioni diverse ad animali che abitano insieme, oppure al limite insieme a un altro gatto con le stesse esigenze alimentari. Questo è il motivo per cui Bimbo non può rimanere in Gattile: non può essere inserito insieme ad altri gatti, e per ora è stata ricavata per lui una piccola casetta dove abita da solo, ma non è una sistemazione che può protrarsi troppo a lungo. Il gatto ha bisogno di muoversi e di stare in compagnia, ma purtroppo non è possibile inserirlo in oasi insieme agli altri.
Lanciamo perciò un appello affinché qualcuno voglia accoglierlo in casa e dargli la possibilità di vivere in uno spazio più idoneo rispetto alla casetta di pochi metri in cui è sacrificato ora.
Facciamo presente che il gatto è sano, sterilizzato, testato negativo alla fiv e alla felv, buonissimo e coccolone, ma deve vivere in casa, o comunque in un ambiente che permetta di controllare quotidianamente che faccia pipì, e deve assolutamente essere nutrito esclusivamente con cibo specifico, che ha un costo leggermente superiore al cibo normale.
Chi volesse maggiori informazioni su Bimbo o volesse venire a conoscerlo può chiamare Piera al 320 4620803.