Tutto pronto per Rocambolika

Dopo il grande successo delle passate edizioni, torna sabato 11 gennaio Rocambolika. Miraggi, magie e altre diavolerie, la rassegna di teatro per bambini e ragazzi, ideata dalla Fondazione CR Carpi.

0
383

Dopo il grande successo delle passate edizioni torna, sabato 11 gennaio, Rocambolika. Miraggi, magie e altre diavolerie, la rassegna di teatro per bambini e ragazzi, ideata dalla Fondazione CR Carpi per accompagnarli su sentieri espressivi nuovi e divertenti, passando del tempo di qualità con la famiglia. La rassegna, da gennaio a marzo, offre spettacoli gratuiti per le scuole di Carpi, Novi di Modena e Soliera, nelle mattinate del venerdì; per le famiglie nelle serate e nei pomeriggi del weekend. “Prendiamo molto seriamente i giovani e per questo vogliamo farli divertire. Un tempo libero di qualità è più che semplice ricreazione bensì un’opportunità di crescita. Rocambolika – spiega il presidente della Fondazione, Corrado Faglioni – è una via per nutrire il senso del meraviglioso. Se c’è meraviglia, c’è entusiasmo e questo consente di assimilare di più e meglio l’esperienza fatta, tant’è che la filosofia che anima questa rassegna sarà quella che inaugurerà l’apertura del futuro Parco Polifunzionale alla fruizione dell’area naturale. Stiamo infatti progettando l’evento Rocambolika Estate per dare il via a questa nuova avventura nel verde”.

La rassegna apre i battenti sabato 11 gennaio, alle 21, con la messinscena dello spettacolo Vassilissa e la Babaracca (Kuziba Teatro), dove una carica visionaria di luci e ombre e un’immaginifica macchina di scena al centro del palco animano una versione singolare della famosa fiaba russa sulla strega Baba Jaga. Mistero, emozione, ritmo crescente e la Babaracca, un’enorme marionetta meccanizzata, sbalordiranno un pubblico dai 5 ai 99 anni. Sabato 18 gennaio (ore 17 e 21), sarà la volta della carica dirompente di Cinémagique (Compagina Disguido), una successione di sketch, magia, illusioni e comicità, per raccontare il percorso dell’umanità attraverso il meraviglioso mondo del cinema e rivelare il bambino in ognuno

di noi. Una travolgente allegoria della vita, per un pubblico dai 6 anni in su. Va Va Va Van Beethoven (Fondazione TRG Torino), sabato 8 febbraio, alle 21, porterà in scena il gusto per le Variazioni, in musica e nella vita, del grande compositore Ludwig Van Beethoven, in una favola in forma sonata sul tema della Sinfonia Eroica (op. 35), per scoprire quanti legami ci siano tra suono, parola e gesto (dai 5 anni). Sabato 22 febbraio (ore 21) è tempo di sconvolgere le regole con la compagnia Le 2 e un quarto e lo spettacolo Cabaret Soqquadro: visual comedy, teatro di figura, clownerie e canto lirico, in un carosello dal raffinato gusto surreale, per un pubblico di tutte le età. Sabato 7 marzo (ore 21), attraverso un magico gioco di ombre capace di dare luogo a forme e suggestioni, la Compagnia Teatro Gioco Vita accompagnerà spettatori a partire dagli 8 anni nell’esplorazione del senso del ridicolo, grazie alle incredibili avventure deI mitico Barone di Munchausen, abile narratore di panzane inverosimili esibite con assoluta convinzione. Ce la farà invece il giovane pubblico (dai 4 anni) di sabato 14 marzo (ore 21) a salvare un grande e paffuto pupazzone tutto blu? Dalla Germania, TeARTicolo – Matthias Träger porta a Rocambolika, in prima nazionale, la divertente allegoria Globbo: ovvero un allegro finimondo, per riflettere con dolcezza e ironia sui temi dell’ecologia. La rassegna si chiude sabato 28 marzo (ore 21) con Il giro del mondo in 80 giorni. Fondazione TRG Torino coinvolgerà grandi e piccini in suggestioni gestuali e musicali provenienti da tutti i continenti. Una favola moderna, per un pubblico con almeno 5 anni di età, sulla più travolgente corsa contro il tempo mai messa in opera.

Tutti gli appuntamenti si svolgono presso l’Auditorium San Rocco e sono gratuiti. L’ingresso è su prenotazione sul sito www.fondazionecrcarpi.it. Le prenotazioni vanno effettuate a partire dal giovedì che precede lo spettacolo (dalle 13).