Torniamo a Jesi ma vi diciamo grazie

“Nonostante il clima, sono stati anni bellissimi. Dobbiamo tanto a questa comunità e vogliamo dire grazie a tutti coloro che abbiamo conosciuto” affermano Ioanna Pascu e Alessio Basili.

0
2903
Alessio Basili e Ioanna Pascu

Sono arrivati dall’Inghilterra, dove Ioanna aveva trovato lavoro come infermiera, nell’estate del 2017 quando si sono stabiliti a Carpi perché lei aveva vinto il concorso a Modena e ottenuto un posto a tempo indeterminato al Ramazzini di Carpi. Alessio l’avrebbe seguita ovunque per amore e così si è ritrovato nella nebbia della pianura padana. “Eppure, nonostante il clima, sono stati anni bellissimi. Devo tanto a questa comunità e voglio dire grazie a tutti coloro che ho conosciuto a Carpi”.

Il suo pensiero corre subito agli amici delle 6AM e dell’Atletica Cibeno con cui Alessio ha condiviso la passione della corsa confermandosi un vero campione. Non poteva essere altrimenti considerando che Jesi è la città in cui sono nati Roberto Mancini, Giovanna Trillini, Luca Marchegiani e Valentina Vezzali! Lunedì 25 novembre è stato premiato al Baluardo della Cittadella per aver conquistato, grazie alle sue preziose vittorie nella corsa, il terzo posto nella classifica del Grand Prix modenese dopo che lo scorso anno si era piazzato al quarto posto. Fisicamente dotato, Alessio ha inanellato vittorie su vittorie portando in alto i colori dell’Atletica Cibeno. Ed è a Carpi che Alessio, 34 anni, ha costruito il suo futuro professionale: “dopo aver fatto l’animatore e il parrucchiere, nella terra emiliana che da sempre riserva una grande attenzione al sociale, mi sono iscritto a un corso per diventare OSS e ho trovato lavoro presso la Residenza per anziani Il Quadrifoglio dal dicembre del 2018. Dopo poco il responsabile Giovanni Mingrone mi ha proposto il corso per diventare animatore sociale ed è quello che voglio fare nella vita, anche a Jesi”.

“Voglio salutare con un forte abbraccio i colleghi della Domus Assistenza con cui ho lavorato e poi i miei anziani a cui ho cercato di regalare un sorriso”. Alessio per loro è diventato una figura di riferimento e ha voluto loro bene come se fossero i suoi nonni. Ora che Ioanna ha ottenuto il trasferimento all’Ospedale di Ancona, è arrivato il momento di salutare tutti i colleghi della Medicina II e della Neurologia del Ramazzini per tornare a Jesi a festeggiare il Natale e prendere casa con vista sul mare, l’unica cosa che davvero è mancata in questi anni a Carpi. “Grazie a tutti” da Ioanna Pascu e Alessio Basili.

Sara Gelli