Un’impronta lo incastra: la Polizia identifica il ladro

La comparazione dell'impronta con quelle contenute in banca dati ha permesso di risalire all'autore del furto: un trentenne italiano, residente in un campo nomadi a Reggio Emilia, già noto alle Forze dell’ordine per i numerosi precedenti specifici di Polizia. E’ stato denunciato per il reato di furto.

0
850

Una donna aveva sporto denuncia alcuni mesi fa dopo aver subito il furto della propria borsa dimenticata in auto mentre andava a prendere il figlio a scuola. La Polizia Scientifica del Commissariato di Carpi dopo accurati rilievi tecnici ha trovato un’impronta. La comparazione dell’impronta con quelle contenute in banca dati ha permesso di risalire all’autore del furto: un trentenne italiano, residente in un campo nomadi a Reggio Emilia, già noto alle Forze dell’ordine per i numerosi precedenti specifici di Polizia. E’ stato denunciato per il reato di furto.