Patenti più salate

0
22

L’Agenzia delle Entrate – dopo la sentenza della Corte di giustizia europea del 14 marzo 2019 – ha emanato una risoluzione che fa lievitare la spesa per prendere la patente: l’Iva diventa infatti obbligatoria e le lezioni in autoscuola, di conseguenza, ancor più salate.
Un rincaro – spiega Giuliana Razzaboni, segretario provinciale Unasca per le Autoscuole della provincia di Modena – che rappresenta un costo ingente per i cittadini e per le autoscuole. Queste, dal 1992, sono sempre state esentate dal pagamento dell’Iva ma la sentenza della Corte di Giustizia ha rimescolato tutte le carte e con la risoluzione numero 79 del 2 settembre l’Agenzia ha stabilito di far applicare l’imposta anche sulle patenti”.
Con un’aliquota del 22%, conseguire l’agognata patente costerà non più intorno ai “mille euro, ma 1.200”, prosegue Giuliana Razzaboni.
L’aumento però non si abbatterà soltanto sui neopatentati: “la decisione ha un effetto retroattivo, ciò significa che l’Agenzia chiederà alle autoscuole di contattare tutti coloro che hanno preso la patente dal 2014 a oggi, per recuperare l’Iva non versata”, conclude il segretario provinciale Unasca.
Jessica Bianchi