Sequestrati dai Carabinieri 40 reperti archeologici dall’epoca imperiale romana all’alto Medioevo

0
67

Ricevono in eredità un tesoro ma qualcosa non li convince e si rivolgono ai Carabinieri di Carpi. Questa mattina, una coppia carpigiana si è recata in caserma dove ha raccontato di custodire, in giardino e dentro l’abitazione, alcune decine di reperti archeologici. I militari dopo un accurato sopralluogo hanno inventariato una quarantina di pezzi tra anfore, colonne, capitelli, vasche, bassorilievi, statue, un pozzo, un’acquasantiera e molti altri presumibilmente risalenti a un periodo che va dall’epoca imperiale romana all’alto Medioevo.
A eseguire le indagini archeologiche tese ad accertare l’autenticità degli oggetti, il periodo di realizzazione e l’area di provenienza sarà ora la Sovrintendenza per i Beni Culturali dell’Emilia Romagna. Nel frattempo i reperti sequestrati dai Militari della Compagnia di Carpi, comandata dal capitano Alessandro Iacovelli, verranno custoditi nella caserma di via Sigonio.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here