Il sindaco revoca le deleghe all’assessore Milena Saina

0
238

Dopo aver “sfiduciato” il suo vice, Simone Morelli, nel primo pomeriggio di oggi, 13 febbraio, Alberto Bellelli ha revocato le deleghe anche all’assessore in quota cattolica Milena Saina.
La notizia dell’esistenza di un dossier relativo all’assessore all’Urbanistica Simone Tosi, di cui sarebbe stata a conoscenza l’assessore Saina (che ne avrebbe parlato con un esponente delle Forze dell’Ordine, il quale lo avrebbe a sua volta riferito in Procura, contribuendo così ad aprire un altro filone di indagine) non è piaciuta al sindaco che ha quindi deciso di prendere provvedimenti. L’assessore durante un incontro col primo cittadino ha “negato il suo coinvolgimento nella vicenda” si legge nel decreto di revoca della nomina pubblicato sull’Albo Pretorio e non si è dichiarata disposta a presentare “le proprie dimissioni”.
“Venuto meno il rapporto fiduciario posto alla base della nomina” Bellelli ha provveduto a rimuoverla dal suo incarico.

“Le indiscrezioni lette sui quotidiani su un nuovo dossieraggio nei confronti dell’assessore Tosi – spiega il primo cittadino – rimangono come sempre tali fino al vaglio della magistratura e fatta salva la presunzione di innocenza. Sono tuttavia sufficienti a incrinare, così come è stato per il Vice Sindaco Morelli, il rapporto di fiducia nei confronti dell’assessore Saina, che sarebbe coinvolta nella vicenda: una situazione oggettivamente non compatibile con la prosecuzione del suo incarico”.

Le deleghe del Vicesindaco Morelli e dell’assessore Saina sono state così ridistribuite:

Daniela Depietri, Vice Sindaco e Immigrazione;

Stefania Gasparini, Economia (Industria, Artigianato, Commercio e Agricoltura), Turismo, Cultura, Centro Unico di Promozione del Territorio, Formazione professionale, Politiche giovanili;

Simone Tosi, Centro Storico (Restauro e Conservazione, Regolamentazione), Patrimonio Immobiliare;

Cesare Galantini, Semplificazione burocratica, Partecipazione, Frazioni, Decentramento amministrativo, Cooperazione internazionale, Comunicazione, Servizi informatici e progetto città intelligente.

E mentre la tensione rimane altissima, ricordiamo che nei prossimi giorni dipendenti e dirigenti comunali sono stati convocati nella caserma dei Carabinieri di via Sigonio per testimoniare come persone informate sui fatti.
Jessica Bianchi

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here