Dopo due rapine violente, evade dai domiciliari per andare in palestra: i Carabinieri arrestano, di nuovo, un 19enne tunisino

0
19

Evade dagli arresti domiciliari per trascorrere una domenica pomeriggio in palestra. Un’uscita costata cara al 19enne tunisino residente a Carpi, arrestato ieri in flagranza di reato dai Carabinieri.
Il giovane era stato arrestato nel dicembre scorso, insieme a un connazionale, dopo aver rapinato e aggredito con violenza due donne carpigiane. I due, lo ricordiamo, si erano ritrovati nel Piazzale delle Steli intorno alla mezzanotte e, dopo aver indossati i caschi, andarono a “caccia di donne da rapinare” a bordo del loro scooterone. La loro prima vittima è stata una 25enne intercettata in via Pezzana mentre scendeva dall’automo dopo una cena in famiglia: la colpirono con un pugno e una testata, con tanto di casco integrale addosso, per rubarle la borsetta. Successivamente inseguirono una 54enne incrociata a Fossoli e, sempre sotto casa, le riservarono lo stesso violento trattamento. Le indagini dei Militari permisero poi di rintracciare i due da Scazza: il rapinatore pizzicato ieri in palestra dai Carabinieri è noto anche per essere uno dei tre saccheggiatori dell’Istituito Sacro Cuore.
L'arresto del 19enne è stato convalidato e condannato, con rito abbreviato, a ulteriori 5 mesi e 10 giorni di reclusione da scontare in carcere non appena la pena diverrà definitiva.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here