Un nuovo ospedale a Santa Croce danneggerebbe pesantemente i cittadini della Bassa

0
123

Nella seduta di giovedì 27 dicembre, il Consiglio comunale di Mirandola ha approvato l’ordine del giorno presentato dal Gruppo Pd sul potenziamento dell’Ospedale Santa Maria Bianca ma circa la costruzione di un nuovo nosocomio a Carpi i consiglieri chiedono maggiore chiarezza e concertazione.

“Oggi la sanità "ordinaria" della Bassa – si legge nella nota del Pd di Mirandola – è garantita dai due ospedali di Mirandola e Carpi necessari a coprire le il fabbisogno dell'intera popolazione. Nell'ordine del giorno chiediamo ai sindaci delle due città di lavorare insieme per potenziare la sanità della Bassa. Se il Ramazzini dev'essere ristrutturato chiediamo con forza che venga fatto! Mentre, nell'ipotesi di un nuovo ospedale a Carpi, si decida l'ubicazione insieme a tutti i Comuni e alla Regione in quanto un eventuale nuovo ospedale a Santa Croce danneggerebbe pesantemente i cittadini della Bassa e soprattutto i più lontani da Carpi. Chiediamo inoltre il completamento della ristrutturazione del Santa Maria Bianca e la realizzazione dell'OsCo di Mirandola, la qualificazione costante del personale, dei servizi e dei reparti conferendo a Mirandola lo stesso livello operativo del Ramazzini, il completamento delle Case della salute già pianificate in Area Nord e una nuova programmazione più equilibrata tra centro e periferia. Abbiamo scongiurato il rischio che l'Ospedale Santa Maria Bianca di Mirandola chiudesse per dare spazio a un non meglio precisato ospedale unico: il tutto con i soli voti del Partito democratico”.

 

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here