Il cantiere di via Nicolò Biondo proprio non va giù ai commercianti

0
19

“Siamo alle solite. Dopo via Magazzeno ora spunta un cantiere in via Nicolò Biondo. Mi domando come si possa essere tanto miopi! Come si fa a chiudere parcheggi e vie proprio a ridosso del Natale e in pieno centro storico? L’intervento non poteva essere calendarizzato dopo le festività, consentendo così ai commercianti di lavorare in uno dei periodi più fecondi per le loro attività?”. La denuncia arriva da Massimo Fontanarosa, direttore di Ascom Confcommercio di Carpi. A causa del cantiere di Aimag – che durerà almeno  una quindicina di giorni – il passaggio che consentiva di accedere al centro da via Nicolò Biondo, percorrendo via Piero Gobetti è stato chiuso, interdetto al transito delle auto, creando evidenti disagi. Una chiusura che interessa anche l’adiacente parcheggio: piazzole particolarmente ambite soprattutto da chi lavora in centro poiché non regolate da disco orario o parchimetro.
“Giorni fa – spiegano alcuni commercianti – abbiamo visto dei cartelli che annunciavano un fantomatico cantiere peccato che, in corrispondenza della data di inizio lavori, vi fosse scritto a data da destinarsi. Creare disagi di questo tipo a due settimane dal Natale significa proprio volerci mettere i bastoni tra le ruote”.
Un intervento, spiega l’assessore ai Lavori Pubblici, Simone Tosi, resosi necessario per impedire “il cedimento di alcuni tratti fognari e il conseguente crollo della strada, nel tratto che va dal sottostrada di via Biondo in direzione Stadio e, quindi, urgentissimo. Rispetto alla video ispezione fatta da Aimag sulla fogna realizzata in mattoni e risalente ai primi anni del Novecento è infatti emersa una situazione di emergenza: non potevamo aspettare”.
Jessica Bianchi

 

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here