Potrà mai essere vero amore?

0
140

Non è detto che mi manchi è un vortice che ti risucchia: Bianca Marconero mantiene le promesse e per il quinto anno consecutivo trascina i suoi lettori in una dimensione parallela che dura trecentocinquanta pagine. I personaggi prendono forma, come in un fumetto, in questa storia d’amore travolgente, perfetta per trasformarsi in un film, quello che ognuno costruisce mentre legge. Ogni anno c’è grande attesa per il nuovo lavoro della scrittrice carpigiana che vive a Reggio Emilia e si è fatta conoscere con lo pseudonimo di Bianca Marconero: dopo aver lavorato come redattrice per alcuni periodici destinati ai ragazzi è approdata alla scrittura creativa. Già autrice della apprezzatissima saga fantasy Albion, con Newton Compton ha pubblicato La prima cosa bella, L’ultima notte al mondo e Un altro giorno ancora ottenendo un grande successo, sia di pubblico che di critica. Anche Non è detto che mi manchi, che si può già scaricare online, è una storia romantica di quelle che incollano e alla fine si divora il romanzo regalandosi (costo poco più di due euro) una piacevolissima parentesi dimenticando tutto ciò che c’è intorno. I due protagonisti, Fosco e Emilia, sono bellissimi e caratterizzati come se fossero veri: lui programmatore con la passione dei videogiochi e del parkour e lei, modella e popolarissima influencer, alle prese con una serie di disturbi dell’apprendimento. Lui impegnato sentimentalmente con Gaia che esige un gesto maturo e vorrebbe che si candidasse per la promozione nonostante questo significhi aumentare le ore di lavoro e abbandonare definitivamente il videogioco che sta progettando da anni. Chi avrebbe mai potuto immaginare che mondi tanto diversi potessero comunicare e capirsi? Più passa il tempo e più Emilia dimostra di essere l’unica persona che sappia vedere Fosco per quello che è davvero, mentre Fosco superando i propri pregiudizi, riesce a cogliere la vera natura di Emilia. E, per la prima volta nella loro vita, i sogni non sembrano più tanto stupidi, ma straordinariamente realizzabili. Se la storia d’amore travolge, la scrittura accattivante e fluida di Bianca Marconero fa il resto. Eppure, nonostante le innegabili qualità, c’è una nota di amaro nei ringraziamenti finali in cui la scrittrice si rivela in tutta la sua umiltà: è certo che ancora non sia arrivata dove merita di stare.

Sara Gelli

 

 

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here