Nuova vita per il progetto sperimentale Ictus in salute

0
172

E’ stata festeggiata nei giorni scorsi la conclusione della prima edizione del progetto sperimentale di Alice Carpi, Ictus in salute: interamente finanziato dal sodalizio, ma condotto in partnership con Ausl e Unione delle Terre d'argine, è nato da un'idea del dottor Ruggero Vio, fisioterapista già impegnato nella Stroke Unit dell'Ospedale Ramazzini. Da marzo a giugno, presso il Centro Sociale Graziosi, in un clima amichevole e cordiale, si sono tenuti degli incontri settimanali con esperti, seguiti da sedute di attività motoria. I destinatari del progetto sono state le persone colpite nei mesi scorsi da ictus di medio-lieve gravità, accompagnati da familiari e caregiver. Nel corso del pomeriggio di chiusura il presidente di Alice, Maurizio Calestrini, dopo aver tracciato un soddisfacente consuntivo e ringraziato i volontari coinvolti, ha poi annunciato che il progetto verrà potenziato nei prossimi anni, incrementando il numero di beneficiari, grazie alla generosità di amici, associazioni ed enti. L’assessore alle Politiche Sociali Daniela Depietri e la direttrice del Distretto socio sanitario Stefania Ascari, dal canto loro, hanno sottolineato l'importanza del legame tra istituzioni e mondo del volontariato, coordinato dalla Fondazione Casa del Volontariato di Carpi.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here