Il ladro di autobus e di computer finisce in comunità come disposto dalla Procura dei minori di Bologna

0
161

Non ha imparato la lezione il 19enne senegalese che nell'aprile dello scorso anno aveva vandalizzato gli autobus di Seta, scorrazzando per la città e schiantandone uno contro l'ingresso dell'Istituto Meucci. Il giovane, che avrebbe dovuto restarsene in casa, dal momento che è ancora in atto la misura della 'permanenza in casa' (gli arresti domiciliari dei minorenni), la scorsa settimana, ha pensato bene, alle quattro del mattino, di introdursi insieme a un amico all'interno dell'Istituto Sacro Cuore, rubando ben 17 computer. La Corte d'Appello dei Minori di Bologna, dopo le numerose violazioni accertate rispetto alla permanenza in casa, l'ultima proprio nella notte appena trascorsa, ha dunque deciso di passare alle “maniere forti” e i Carabinieri della Compagnia di Carpi nel tardo pomeriggio di oggi hanno eseguito l'ordinanza di custodia cautelare, accompagnando il senegalese presso la Comunità di via del Pratello a Bologna.

 

 

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here