I ragazzi del Gospel Soul sul palco dell’Ariston

0
148

Si è conclusa sabato 21 aprile a Sanremo la ventesima edizione del GEF, il Festival Mondiale di Creatività nella Scuola: in finale, sul palco del prestigioso Teatro Ariston, i ragazzi del Coro Gospel Soul Young di Carpi. Questa manifestazione, che ha il patrocinio anche di Unicef, porta ogni anno a Sanremo migliaia di bambini e ragazzi appartenenti a scuole, associazioni e società sportive provenienti non solo dall’Italia ma da tantissimi altri Paesi.  Per quattro giorni la città viene invasa da un mare di giovani che si cimentano nelle diverse arti: musica, canto, musical, danza, teatro, ginnastica ritmica e artistica, moda, pittura e  cinema. Una kermesse ricchissima non solo per numero di partecipanti, per i paesi di provenienza e per le diverse arti proposte ma, soprattutto, per i temi affrontati dai ragazzi nelle loro performance (la pace, il bullismo, la violenza di genere, la valorizzazione della tradizione culturale e linguistica). Quest’anno, per la prima volta, anche Carpi è stata rappresentata nella Categoria Canto dai ragazzi del giovane Coro Gospel Soul Young diretti da Grazia Gamberini: si sono presentati sul palco dell’Ariston con due brani True colors e Seasons of love. Oltre all’esibizione in teatro, i ragazzi hanno partecipato alla sfilata di tutti i gruppi partecipanti al GEF per le vie del centro storico di San Remo, un momento di gioia e condivisione di musica e canto. “E’ stato un grande onore preparare i ragazzi a questa esperienza, tutti i genitori ci hanno sostenuto con fiducia e durante i mesi di preparazione si è creato un gruppo coeso e molto determinato. Il coro Gospel Soul Young – racconta Grazia Gamberini – da quest’anno ha iniziato a cantare in tre sezioni miste a tre voci. Il repertorio moderno e trascinante lo abbiamo scelto insieme; prossima tappa sarà il concerto del 10 giugno nel Chiostro di San Rocco a Carpi, alle 21. Sanremo e il Gef rimarranno a lungo nei nostri cuori: è stato bellissimo vedere con quanta energia e passione ciascun gruppo ha preso parte alle fasi finali. Parlare di creatività nella scuola secondo me è importantissimo. E’ proprio quando la mente dei ragazzi crea che vengono utilizzate tutte le competenze acquisite nelle altre materie scolastiche, ma non per ripetere a memoria (anche se è fondamentale per studiare), bensì per arrivare a esprimere, attraverso l’arte, se stessi”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here