Nel 2018 punteremo sulla promozione del dono del plasma

0
108

Nel 2017 nel territorio modenese l’Avis provinciale ha sostanzialmente mantenuto, con una minima flessione, i livelli di raccolta dell’anno precedente; sono state raccolte 52.051 unità di sangue ed emocomponenti contro le  52.158 del 2016 (- 107 pari allo 0,21%). Un risultato raggiunto grazie a un forte incremento delle donazioni di sangue intero, passate dalle 33.282 del 2016 alle 34.148 del 2017 (+ 866 pari al 2,6%), a cui corrisponde però un calo delle aferesi (plasma e piastrine), passate dalle 18.876 del 2016 alle 17.903 del 2017, con un – 973 pari al 5,15%. Aumenta di 533 unità anche il numero di donatori, oggi a quota 30.123 nel 2017, dato più alto in regione. Il 62% dei donatori sono uomini contro un 38% di donne. Il 32% dei donatori rientra nella fascia d’età fra i 18 e i 35 anni. Modena registra anche la più alta percentuale di donazioni in rapporto alla popolazione (7,40%), mentre rimane migliorabile il numero delle donazioni annuali per singolo donatore, in media  1,79.
I dati dell’esercizio 2017 sono stati illustrati ai delegati delle 50 sedi della provincia nella 57esima assemblea provinciale dell’associazione che si è tenuta sabato 14 aprile al Centro Polivalente Culturale di Marano sul Panaro. Il presidente provinciale, il carpigiano Cristiano Terenziani, ha sottolineato il grande impegno di dirigenti e donatori grazie al quale è stata  garantita la puntuale copertura delle necessità di sangue ed emocomponenti delle strutture sanitarie ed è stato inoltre possibile mettere a disposizione del Centro Regionale Sangue 3.600 sacche eccedenti.  “Con 50 sedi comunali  – dichiara Terenziani – l’ Avis Provinciale ha mantenuto il suo capillare radicamento territoriale che contribuisce a creare una comunità solidale in provincia e nei singoli comuni. Nel 2017 abbiamo anche siglato una convenzione con l’Avis Provinciale di Mantova per consentire ai donatori dei comuni vicini alla nostra provincia di recarsi a Carpi e Mirandola”.
Gli obiettivi di raccolta che Modena dovrà raggiungere nel 2018 in base al Piano Sangue Regionale sono di circa 54mila unità fra sangue, plasma e multicomponenti. “Nel 2018 – ha concluso il presidente – punteremo sulla promozione del dono del plasma, sul rafforzamento della nostra presenza nelle scuole e nel mondo dello sport e sulla formazione di volontari e personale”.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here