I Carabinieri scoprono una ramificazione criminale del gruppo di Doctor Ticket

0
174

Lo hanno ribattezzato Doctor Ticket: a denunciarne l'attività criminale era stata Striscia la Notizia lo scorso gennaio. L'uomo, un senegalese, ha creato una vera e propria organizzazione truffaldina a danno dei suoi connazionali residenti in Italia. Il meccanismo è semplice: proporre a coloro che devono fare rientro in Africa biglietti arerei a prezzi stracciati. Due gli epiloghi possibili per i malcapitati caduti nella trappola: essere bloccati al check in poiché in possesso di biglietti falsi o, non ricevere alcunché, dopo il versamento della somma richiesta. Una ramificazione di tale organizzazione è stata ora scoperta e sventata dai Carabinieri di Carpi. Un senegalese 44enne, di Piacenza ma da tempo orbitante nella nostra città, da mesi ingannava i propri connazionali. A essere vittima della truffa, qualche settimana fa, un suo compatriota residente a Carpi: l'uomo dopo aver versato 800 euro è stato bloccato all'aeroporto di Fiumicino. Una volta rientrato a casa in treno, si è prontamente recato in caserma per denunciare il fatto ai Carabinieri. Immediate scattano le indagini di Militari dell'Arma i quali hanno denunciato il 44enne per truffa continuata, aggravata e in concorso con altri, ora in via di identificazione. Gruppo che costituisce la cellula emiliana dell'organizzazione fondata da Doctor Ticket.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here