Le ragazzine stanno perdendo il controllo… in teatro a Soliera

0
101

Debutta giovedì 23 novembre alle 21.15, al Nuovo Cinema Teatro Italia di Soliera, il nuovo progetto teatrale people specific della regista Eleonora Pippo: Le ragazzine stanno perdendo il controllo. La società le teme. La fine è azzurra. In scena nove ragazzine di 13 e 14 anni; i temi sono quelli dell'adolescenza, della crescita e della ricerca d’identità.
Lo spettacolo, coprodotto dal Teatro della Tosse di Genova, con il sostegno di Coconino Press-Fandango Editore e Kilowatt Festival, apre la stagione 2017-18 di Arti Vive Habitat.
Il lavoro prende le mosse dall'omonimo teen drama a fumetti di Ratigher, vincitore del prestigioso Premio Micheluzzi come Miglior Fumetto al Napoli Comicon 2015, che racconta la storia dell'amicizia di Motta e Castracani, due ragazzine delle medie con la passione per le analisi mediche. Il progetto teatrale si fonda sulla formazione di compagnie locali temporanee composte da ragazze tra i 13 e i 18 anni, che nel tempo record di sette giorni lavorano insieme alla regista alla creazione di una performance originale. La rappresentazione è basata sulle peculiarità delle ragazzine coinvolte e si avvale della partecipazione attiva del pubblico. Filo conduttore è la storia del graphic novel di Ratigher, che narra attraverso le due protagoniste l’ansia di vita, la confusa ricerca di un’identità, le paure e i conflitti, le ribellioni e l’amicizia, la scoperta dell’amore e del corpo che caratterizzano oggi e sempre l’adolescenza. Ma in questo “adattamento”, grazie ai contributi delle ragazze in scena e del pubblico, ogni spettacolo diventa unico, diverso e imprevedibile. Fortemente legato all'umanità delle giovani interpreti e della comunità alla quale appartengono.
La narrazione si avvale di un linguaggio ibrido. Parte integrante della messa in scena è l’installazione La fine azzurra a opera della stessa Eleonora Pippo. Il lavoro rappresenta il terzo e ultimo atto della pièce ed è allestito in una sala dedicata, visitabile nei giorni precedenti l'andata in scena dello spettacolo. Si tratta di una scultura gonfiabile raffigurante la mastodontica ragazzina-cartoon azzurra del fumetto di Ratigher, accompagnata da un contributo sonoro per il quale la Pippo affida l'interpretazione delle due protagoniste tredicenni a Davide Panizza e Niccolò Di Gregorio, rispettivamente fondatore e componente di spicco dell'irriverente gruppo musicale e collettivo artistico trentino Pop X.
Dopo il musical lo-fi sulla saga cult a fumetti di Davide Toffolo, Cinque allegri ragazzi morti, la friulana Eleonora Pippo racconta la storia delle ragazzine con una regia scarnificata e priva di estetismi, che parte dal presupposto che nell'imperfezione si manifesti la vita lasciando spazio a un'esperienza di autentico confronto e condivisione dei contenuti e dei sentimenti adolescenziali delle protagoniste, di quel vissuto passionale, estremista e doloroso che tutti hanno sperimentato e che qui emerge nella ricerca della prova materiale della propria esistenza attraverso l'indagine medica sul proprio corpo adolescente.
Ingresso 10 euro, ridotto 8 euro. Riduzioni over 60, under 25 e iscritti ai laboratori permanenti di Arti Vive.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here