Meningite: corsa alla vaccinazione

0
110

Lo spettro della meningite fa così tanta paura da aver fatto registrare un’inversione di tendenza al calo dei vaccini, almeno alla Corte dei Pio. Mentre in tutta Italia dilaga il rifiuto a vaccinare i bambini contro le malattie per le quali è obbligatoria la profilassi, nel Distretto di Carpi si registra invece un boom di richieste per il farmaco che difende dal meningococco di tipo B e C. Da gennaio a settembre 2015 nel Distretto di Carpi, il Servizio di Pediatria di Comunità ha somministrato complessivamente 1.611 dosi di antimeningite B e C mentre nei primi nove mesi nel 2016, la quota è salita a 2.441. Quasi mille dosi in più: segno che la corsa a vaccinare i bambini ha colpito anche la nostra città.  Le richieste aumentano, nonostante il vaccino non sia gratuito: a un costo di circa 90 euro a dose, i vaccini somministrati a pagamento rappresentano il 20 per cento del totale. “I vaccini contro meningo, emofilo e pneumococco – spiegano dall’azienda sanitaria di Modena – fanno parte da anni del calendario vaccinale dei bambini, cui viene offerto in modo attivo e gratuito, e degli adulti a rischio. Per quanto riguarda gli adulti con patologie o condizioni di rischio non abbiamo osservato un cambiamento a seguito della situazione epidemiologica della Toscana in quanto hanno da sempre una buona adesione alle vaccinazioni  raccomandate. Lo stesso si può dire per i bambini che aderiscono all’offerta vaccinale in oltre il 90% dei casi, sia a 13-15 mesi che nell’adolescenza (dopo il 13° anno)”.  In Italia (nel quinquennio 2011 – 2015) si sono verificati mediamente  ogni anno circa 160 casi di Meningite Meningococcica: qual è l’incidenza in Provincia di Modena? “Nella nostra provincia nel 2010 si sono registrati 2 casi di meningite, 3 nel 2011, 2 nel 2012, 2 nel 2013, 1 nel 2014 e 1 nel 2015. L’andamento è stabile e molto basso: l’evenienza di contrarre la malattia è davvero sporadica”, spiega il dottor Giovanni Casaletti, dirigente medico del Servizio di Igiene Epidemiologia e Sanità Pubblica del Dipartimento di Sanità Pubblica dell’Azienda Usl di Modena. La meningite è certamente una malattia grave ma, fortunatamente, poco frequente”. Coloro che desiderano comunque effettuare le vaccinazioni, “anche in assenza di fattori di rischio – chiarisce l’Ausl – possono prenotare un appuntamento con le consuete modalità (Cup, farmacie, numero verde 800 239123) presso uno degli ambulatori vaccinali della provincia ed eseguirla a pagamento”.
Jessica Bianchi

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here