E’ Pokemon-mania!

0
116

Fresca di pubblicazione, con sole tre settimane di vita alle spalle, l’applicazione Pokemon Go sta rivoluzionando il mondo del gameplay. Cristina Bulgarelli e Monica Carretti dello staff social media di Globe, società che si occupa di web marketing, spiegano quali implicazioni offre per le attività commerciali. “La realtà aumentata e la necessità di muoversi fisicamente nel mondo reale sono le caratteristiche peculiari di un gioco che fonde il sapore nostalgico da Game Boy Anni ’90 con la tecnologia mobile in un connubio perfetto, dando vita a una nuova mania che sembra catturare i videogiocatori più disparati, più o meno giovani, assidui e saltuari. Non a caso Pokemon Go, pur essendo ancora un’applicazione acerba – forse più simile a un beta testing che a una vera e propria applicazione – è riuscita a superare i 50 milioni di download, rubando il podio ai colossi Facebook, Snapchat e Instagram”.  Un grande e inaspettato successo che travolge anche la realtà di Carpi: numerose infatti sono state le iniziative organizzate dopo il lancio dell’applicazione, promosse da singoli privati o da attività commerciali. “A destare particolare interesse – sottolinea Bulgarelli – l’idea della Gelateria K2: ha programmato come evento fisso del mercoledì sera un ritrovo per PokeAllenatori, mettendo a disposizione Wi-Fi gratuito, punti di ricarica per telefoni cellulari e moduli esca – oggetti che, una volta attivati, permettono di richiamare più Pokemon nel punto Pokemon prescelto – forti della presenza di un PokeStop – luogo d’interesse che fornisce Pokeball e altri oggetti utili ai fini del gioco – vicino alla loro attività”. Criticabile o meno, il gioco Pokemon Go è un fenomeno indiscutibilmente interessante, da un punto di vista sociale e di marketing. “Se utilizzata con astuzia, infatti, – prosegue Monica Carretti – è possibile sfruttare questa mania per dare più visibilità alle proprie attività con una spesa davvero irrisoria”.  Oggetto fondamentale per creare una strategia marketing basata su Pokemon Go è il Modulo Esca: “questo oggetto attira-pokemon è acquistabile online a 100 Pokemonete (l’equivalente di 0.99 centesimi) e ha la capacità di attirare Pokemon verso il Pokestop scelto per 30 minuti. L’ideale – spiegano – sarebbe azionare i Moduli Esca nei momenti morti della giornata per attirare i giocatori verso la zona dell’attività. Inutile precisare che risulta indispensabile avere un Pokestop in prossimità del proprio negozio, sebbene la Niantic, azienda che ha dato vita a Pokemon Go, avesse inizialmente messo a disposizione degli utenti un modulo per avviare la richiesta di inserimento Pokestop nelle mappe, ora questa possibilità è stata revocata, ma non si esclude possa tornare attiva una volta che il gioco verrà sistemato.  Nel caso, invece, l’attività commerciale sia situata in prossimità di una Palestra Pokemon potete sfruttare questa fortuna tramite i Giveaways, ovvero regalando gadget ad hoc da personalizzare con logo o frasi della propria attività da regalare ai membri del team che possiedono la palestra, oppure inserendo in vetrina le classifiche con i nomi di chi possiede la palestra per più tempo”.  Da non tralasciare l’importanza dei social che rimangono sempre ottimi mezzi per aumentare la visibilità di un’attività commerciale: “in questo caso – consigliano Cristina e Monica – potete fotografare e pubblicare sui social i Pokemon che si trovano nelle vicinanze della vostra attività, basta scaricare l’app e azionare la macchina fotografica e potrete vedere – e immortalare – i mostriciattoli direttamente dal vostro smartphone”.

  

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here