Bici all’asta

0
205

Si svolgerà sabato 25 giugno, alle 9.30, nel Cortile d’Onore del Palazzo dei Pio a Carpi Chi offre di più…pedala prima, un’asta di beneficenza promossa dalla Polizia locale e dall’assessorato ai Servizi sociali dell’Unione delle Terre d’Argine, in collaborazione con il Comitatissimo della Balorda e la Banca del Tempo di Carpi, per raccogliere fondi. Il curioso titolo dell’iniziativa deriva dall’originalità degli oggetti messi all’asta: si tratta di 30 biciclette, di varia foggia e misura, divenute proprietà dell'ente pubblico trascorso un anno dal ritrovamento, come previsto in modo esplicito dagli articoli 18 e 19 del regolamento speciale per la gestione degli oggetti rinvenuti, in vigore sul territorio dell’Unione.

Le biciclette vengono messe all'asta, in modo brillante e spettacolare grazie alla partecipazione dei rappresentanti del Comitatissimo della Balorda, con lo scopo di raccogliere fondi destinati all'acquisto di latte in polvere per bambini e pannolini a sostegno di famiglie con disagio socio-economico.

Il Comitatissimo della Balorda bandirà l'asta e allieterà con musica l'intera mattinata, nel corso della quale funzionerà un punto ristoro gestito dalla Banca del Tempo di Carpi. L'asta avverrà con queste modalità: verrà ‘battuta’ una bici alla volta con base d'asta minima e rilancio per alzata di mano; l'asta si concluderà alla terza chiamata senza rilanci, con pagamento in contanti alla fine della vendita all’incanto. Ogni bicicletta sarà munita di apposita dichiarazione di avvenuto recupero e deposito presso il magazzino della Polizia locale, e rilascio di documento di nuova proprietà del mezzo acquistato regolarmente. Le bici messe all'asta sono tutte funzionanti, rimesse ‘in forma’ dai volontari di Recuperandia Carpi nell’ambito di un progetto di educazione formativa.

Infine, va sottolineato che l'asta di biciclette recuperate, oltre a quello della beneficenza, ha anche altri scopi: combatte il mercato nero delle bici, supporta valori come il recupero e il riuso, sensibilizza verso la mobilità sostenibile e verso l'utilizzo della bicicletta in ambito urbano.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here