Genitori sul piede di guerra

0
152

E’ stata ritrovata un’altra siringa nei pressi della scuola media Alberto Pio di via Guido Fassi.
La prima segnalazione risale a sabato 5 dicembre scorso quando ne fu trovata una a ridosso del portico di San Nicolò e furono subito allertati i vigili urbani. Il Comitato Genitori, a nome di tante famiglie preoccupate per il degrado della zona, si era subito attivato sollecitando un intervento dell’amministrazione perché attraverso l’area verde davanti a San Nicolò così come dal parchetto di via Catellani passano tantissimi ragazzi a piedi e in bicicletta per raggiungere la scuola o al momento dell’uscita. All’assessore Galantini erano stati segnalati episodi analoghi e altrettanto incresciosi in quell’area particolarmente degradata ma non era poi emersa nessuna azione concreta.
Così i genitori, giustamente irritati, hanno avanzato proposte molto precise e concrete contenute in una missiva del 19 marzo: l’estensione anche alle ore diurne della normativa sul divieto di consumo di alcol nei parchi vicino alle scuole e agli impianti sportivi per permettere ai vigili di intervenire poi a tutela dei minori; cartelli che evidenzino che l’area è videosorvegliata e cartelli No alcol per segnalare il divieto di consumo.
I genitori hanno dovuto attendere fino al 18 maggio per avere risposta rispetto alle richieste per risolvere la situazione nell’area verde tra via Berengario e via Fassi e per quella di via Catellani. L’assessore Galantini sostiene di aver intensificato l’attenzione anche con personale in borghese, predisposto un presidio fisso, compatibilmente con le altre urgenze e richiesto un’attenzione particolare alle altre forze di Polizia.
Purtroppo però le richieste dei genitori non hanno trovato risposta, in particolare quella, che ritengono fondamentale, di estendere alle ore diurne il divieto già esistente di consumare alcol nei parchi dalle 22 alle 6.
Il ritrovamento di un’altra siringa nello stesso giorno in cui è arrivata la risposta dell’assessore ha ulteriormente irritato i genitori che amaramente commentano: “purtroppo siamo a maggio e i problemi d’inizio anno scolastico non sono ancora stati risolti”. Galantini è rimandato a settembre, nella speranza che il prossimo anno scolastico cominci con un regolamento che consenta ai vigili di intervenire nelle aree vicino alle scuole medie Pio.
Sara Gelli

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here