40 anni di Grandangolo

0
89

Il 2017 segna una tappa importante per il Gruppo Fotografico Grandangolo BFI, ricorre infatti l’anniversario del quarantennale dalla sua fondazione avvenuta nel febbraio del 1977. Proprio per celebrare questo importante anniversario, da maggio l’associazione propone un calendario di iniziative ancor più ricco del solito. Si partirà con FotoCarpi, la consueta esposizione delle opere – fotografiche e video – realizzate dai membri del gruppo nel corso dell’anno. Tema sul quale si sono cimentati i 33 partecipanti dell’edizione 2016 è Il Silenzio. Sia questo espresso da un paesaggio e dalla natura, dal rapporto tra persone, da un’architettura urbana, dalla memoria, dal trauma, dagli oggetti, dalla riflessione interiore o da un simbolo, ognuno degli autori ha proposto una riflessione attenta e peculiare, declinando la tematica secondo il proprio personale punto di vista, sensibilità e stile, sino a formare quel percorso corale che negli anni ha saputo catturare l’attenzione di un numero sempre crescente di visitatori, sino ad arrivare a migliaia di presenze. La mostra sarà visitabile a partire da sabato 14 maggio, il vernissage si terrà alle 18 presso l’Auditorium San Rocco. Alle 18.30, al civico 21 di via Paolo Guaitoli esporranno gli autori che si sono cimentati nel laboratorio tenuto da Renza Grossi. Entrambi gli spazi saranno visitabili sino a domenica 29 maggio. A esporre le proprie opere, realizzate con il coordinamento di Silvano Bicocchi, saranno Danilo Baraldi, Maurizio Bergianti, Fabio Bertani, Eduardo Ceppa, Valeria Cremaschi, Francesco Ferrari, Giorgio Ferriani, Matteo Ficarelli, Renza Grossi, Elena Italiani, Anita Maria Rampon (Kina), Stefania Lasagni, Maurizio Ligabue, Pamela Lodi, Stefania Luppi, Niko Mecugni, Claudio Montali, Katty Nucera, Mario Orlandi, Nataliya Ratushna, Rolando Rota, Erica Sacchetti, Valteri Turchi e Marco Vicenzi. Tanti per tutti, viaggio nel mondo del volontariato è il titolo del secondo appuntamento in calendario che inaugurerà giovedì 2 giugno con una doppia sede: alle 17 presso l’Auditorium San Rocco e, alle 18, presso la Sala dei Cervi di Palazzo dei Pio. I partecipanti al progetto hanno incontrato realtà diverse e conosciuto persone che si occupano di sociale, ambiente, animali e cultura. Dalla Pet Therapy ai volontari dell’Avis, da chi lavora con i bambini ai volontari in centri per persone con difficoltà: una numerosa gamma di relazioni che si intersecano e ci mostrano quanto ampio sia il mondo del volontariato. Ogni ricerca, condotta in profondità, scaturisce in un portfolio di immagini che mettono in luce ciò che quotidianamente accade nelle varie associazioni di volontariato. I Nostri Primi Quarant’Anni. 1977-2017 è invece il titolo della terza iniziativa di Grandangolo. Attraverso la preziosa raccolta di documenti e fotografie che costituisce l’archivio dell’associazione si è aperta la possibilità di una ricostruzione a tappe delle fasi salienti dell’attività del gruppo, che coincidono non solo con le fasi di mutamento profondo che ha caratterizzato il mondo della fotografia contemporanea, ma anche della società carpigiana. Non a caso, Carpi è al centro delle prime mostre fotografiche, nonché del concorso fotografico nazionale Città di Carpi, promosso dal 1979 al 1985. A partire dal 21 giugno e fino alla primavera del 2017 verranno organizzati quattro incontri – Gli Inizi 1977-1987, Nuovi Orizzonti 1987-1997, Mettersi In Mostra 1997-2007 e Sperimentazioni 2007-2017 – presso l’Auditorium della Loria, in cui si parlerà e si racconteranno i quattro decenni di storia del Gruppo Fotografico. Ogni decennio sarà caratterizzato da un titolo che, alla stregua di un filo rosso, attraverserà tutti gli anni e al tempo stesso li differenzierà da quelli successivi.  Ma non solo: accanto al materiale dell’associazione, Grandangolo propone alla città di Carpi una collaborazione per la creazione di un archivio di immagini. Alcuni anni importanti diventeranno il punto di partenza per la raccolta di scatti che saranno poi esposti e proiettati durante i festeggiamenti del quarantennale. Cosa facevi nel… è un progetto condiviso con i cittadini per raccontare, attraverso anni e temi significativi, la storia della nostra città. “Quaranta candeline sono un traguardo importante nella vita di una persona – commenta il presidente del Gruppo Fotografico Grandangolo, Danilo Baraldi – figuriamoci in quella di un’associazione. E’ con piacere e un certo orgoglio che proponiamo alla città tre iniziative: pur differenti per tematiche e sviluppo, perseguono tutte l’intento di approfondire sia la fotografia come arte e disciplina, sia il suo legame con la realtà e la comunità che circonda chi fotografa. Perché la macchina fotografica è un medium, ed è proprio nel rapporto col mondo circostante che la creatività, l’intuito, la passione e le riflessioni di ogni fotografo possono trovare spazio, stimolo e ulteriore apporto di senso. Conclusa questa tornata di festeggiamenti, non resta che augurarsi di arrivare a festeggiare anche gli 80 anni del Gruppo. Cosa molto probabile, dato l’entusiasmo che anima chi ne fa parte e il calore e l’attenzione con i quali la cittadinanza ci circonda ogni anno di più”.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here