PaGAGnini arriva al Comunale

0
71

Il secondo appuntamento primaverile del Festival Mundus, giovedì 7 aprile alle ore 21 presso il Teatro Comunale di Carpi, sarà quello con PaGAGnini, estroso gruppo composto da quattro virtuosi musicisti e insospettabili showmen, Ara Malikian (violino), Fernando Clemente (violino), Eduardo Ortega (violino), Jorge Furnadjiev (violoncello), nonché ambizioso progetto musicale realizzato dalla compagnia spagnola Yllana insieme allo stesso Malikian.
Se l’allontanamento delle nuove generazioni dall’ascolto della musica classica è ormai un fatto consolidato, è altrettanto evidente che PaGAGnini riesce nell’impresa di colmare questo iato concentrando in un unico, appassionante show musica classica, il virtuosismo artistico del violinista Ara Malikian e humour farsesco. Il risultato sarà un sorprendente “Dis-Concerto” che passerà in rassegna alcuni dei pezzi più alti della storia della musica combinati in maniera ingegnosa a motivi popolari, per creare un medley di armonie nel quale la solennità delle note si sposerà con momenti di sottile comicità. Altro elemento fondamentale sarà il continuo riferimento al genio artistico di Paganini, che ha ispirato la creazione dello spettacolo e ha fornito lo spunto per il titolo, alle sue complesse composizioni e alle sue interpretazioni talentuose, un omaggio senza retorica che renderà la performance ancora più moderna e accattivante.  Non mancheranno singolari incursioni nel mondo del rock e del pop contemporaneo, da Gainsbourg agli U2, e suggestive contaminazioni armoniche che condurranno lo spettatore a una visione del tutto innovativa della ‘musica tradizionale’.
Inoltre le gag, la fisicità e lo humour esplosivi, tipici del linguaggio teatrale dell’originale compagnia spagnola, non potranno che conquistare il pubblico di tutte le età per le loro impeccabili esecuzioni e le fantasmagoriche acrobazie. Un’esibizione raffinata e intelligente, quindi, ideale per chi vorrà iniziare i più giovani, anche se incalliti ascoltatori di Lady Gaga e Dear Jack, all’ascolto dei grandi compositori di un tempo.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here