Una Porta della Misericordia in città

0
130

Con una solenne e commovente celebrazione religiosa anche la casa di riposo Il Quadrifoglio di Carpi ha una propria Porta Santa aperta dal vescovo monsignor Francesco Cavina. Lo straordinario evento è avvenuto in occasione del Giubileo della Misericordia, grazie a un’idea del direttore della residenza per anziani Giovanni Mingrone e della sua collaboratrice Lorella Gherli. “Chiunque entrerà da questa Porta della Misericordia – ha commentato il vescovo al momento della sua apertura – potrà sperimentare l’amore di Dio che consola, perdona e dona speranza”. Alle solenne cerimonia erano presenti gli 85 ospiti della struttura, anziani con i propri famigliari provenienti da altre case di riposo (Tenente Marchi, Primarosa, Centro e Casa Protetta Il Carpine), rappresentanti di associazioni del volontariato cittadino come Cri, Croce Blu, Avo e Unitalsi, lo staff di gestione e di animazione, il dirigente della Domus Assistenza Nicola Marino e don Dario Smolenskj, cappellano delle strutture per anziani.
Brani musicali della tradizione cristiana sono stati eseguiti dal Gruppo dei Frati del Convento di San Martino Secchia. Nell’occasione il vescovo Cavina ha impartito agli anziani, ai loro famigliari e al personale di servizio la comunione, rivolgendo parole di conforto agli infermi.
Cesare Pradella

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here