Una studentessa di Unimore coinvolta nella tragedia spagnola

0
47

Il Rettore Unimore – Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia prof. Angelo Andrisano, che stamane ha aperto a Modena presso la Fondazione Marco Biagi la giornata nazionale “Per una nuova primavera delle Università” chiedendo di ricordare con un minuto di raccoglimento le giovani vittime del bus che in Spagna trasportava un gruppo di studenti universitari Erasmus ha dichiarato:
“Quanto successo nei pressi di Tarragona è una tragedia che ci ha sconvolto e ha turbato profondamente la serenità del mondo universitario. Siamo annichiliti di fronte a un episodio tanto grave che ha stroncato la vita di giovani studenti, solamente desiderosi di trascorrere un periodo di soggiorno per studio all’estero, animati dall’entusiasmo di conoscere e allargare i loro orizzonti culturali e sociali. Non ci sono parole appropriate per descrivere il nostro stato d’animo e per confortare le famiglie di chi ha perso la vita. Purtroppo, il bilancio di quella sciagura comprende anche un buon numero di feriti e tra questi anche quello di una nostra studentessa 23enne di Giurisprudenza, che si trova ancora ricoverata. Seguiamo ovviamente con apprensione le notizie che ci giungono. A nome di tutta la comunità Unimore desidero, pertanto, esprimere il nostro dolore e la nostra vicinanza a quanti sono stati coinvolti e toccati da questo terribile incidente”.
“Dalla Direzione del Dipartimento di Giurisprudenza Unimore – ha commentato il Direttore professor Luigi Foffani – stiamo seguendo con ansia e preoccupazione le notizie provenienti da Barcellona sulla sorte della nostra studentessa Erasmus che si trovava sul bus del tragico incidente di ieri mattina. Siamo in contatto con la famiglia e ci auguriamo di essere presto rassicurati sulle condizioni di salute della nostra giovane studentessa. Siamo costernati e vicini alle famiglie di tutte le vittime. Morire in Erasmus è una tragica e crudele fatalità che colpisce profondamente tutto l’ambiente universitario. La “generazione Erasmus” ha cambiato il volto dell’Europa e sta dando corpo ad un autentico sentimento di cittadinanza europea, oltre ad aver contribuito all’apertura internazionale dei nostri Atenei. Certo di esprimere i sentimenti di tutti i nostri colleghi e studenti, mi auguro che quanto accaduto ieri, così come i tragici eventi di Parigi del novembre scorso, non faccia venir meno il desiderio e la curiosità dei giovani per una esperienza di vita e di studio all’estero preziosa per il loro ed il nostro futuro”.
Sono complessivamente 11 gli studenti Unimore che in questi giorni si trovano presso Università di Barcellona per una esperienza di studio nell’ambito del progetto Erasmus. Si tratta di 8 ragazze e 3 ragazzi.
Dal tardo pomeriggio di ieri l’Ufficio che si occupa della mobilità studentesca ha cercato tramite mail e telefono di contattare tutti gli interessati per essere rassicurati circa le loro condizioni. A oggi abbiamo avuto conferma che 10 di loro stanno bene.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here