Minaccia la compagna e spara dal balcone: terrore in via Manicardi

0
80

Alle 21 del 27 gennaio è giunta una telefonata al 113: un uomo minacciava di uccidere la propria compagna precisando di avere a disposizione varie armi da fuoco e munizionamento. In sottofondo le urla di una donna che invocava aiuto. Inviata immediatamente una Volante in  via Manicardi, i poliziotti hanno immediatamente  bloccato la strada. Sul posto sono poi arrivate in ausilio anche una pattuglia dei Carabinieri di Carpi e altri equipaggi della Questura di Modena. Alle grida di aiuto da parte della donna, si aggiungevano anche quelle di un uomo che, affacciatosi alla finestra,  proferiva frasi ingiuriose nei confronti della compagna minacciando di ucciderla. Alla vista degli Agenti di Polizia che, nel frattempo, si erano riparati indietro degli ostacoli in modo tale da salvaguardare la propria incolumità, l’uomo ha estratto una pistola esplodendo alcuni colpi di arma da fuoco, prima indirizzando l’arma verso gli agenti giù in strada, poi sparando un colpo all’interno dell’abitazione, quindi nuovamente sparando un paio di colpi all’esterno. Gli uomini del Commissariato sono riusciti a mantenere la lucidità e il sangue freddo e, mantenendo la persona controllata a distanza, gli hanno intimato di gettare l’arma chiedendo ausilio di personale sanitario a scopo preventivo. L’uomo rientrava nell’abitazione da dove si sentiva la donna piangere e chiedere aiuto, quindi altri colpi di arma da fuoco. Quando gli agenti si sono resi conto che l’arma era una “scaccia cani”, mentre un operatore di Polizia continuava la mediazione con l’uomo per distrarlo, un Poliziotto e due i militari dell’Arma sono riusciti a raggiungere l’appartamento convincendo l’uomo a consegnarsi. La convivente dell’uomo, una donna di 35 anni, che per sfuggire all’insano gesto si era rinchiusa all’interno di una delle stanze da letto,  visibilmente scossa, ha poi riferito di non aver riportato alcun tipo di lesione. L’uomo  è stato trovato in possesso di una pistola a salve, tipo Revolver, di colore nero, con impugnatura in legno, una perfetta riproduzione della Magnum 357, priva del relativo tasso rosso, che veniva recuperata e sequestrata.
L’uomo, un carpigiano di 54 anni, in evidente stato di alterazione dovuto verosimilmente anche all’assunzione di bevande alcoliche, è stato trasportato d’urgenza all’ospedale.
La donna ha poi raccontato che la loro relazione sentimentale era terminata,  ma aveva accettato di condividere l’appartamento perché l’uomo  soffre di gravi disturbi mentali.  
L’uomo, ricoverato presso il Reparto di diagnosi e cura, dovrà ora rispondere dei reati di minaccia aggravata nei confronti della compagna e delle personale della Forze dell’Ordine, oltre che procurato allarme.   

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here