Porte aperte al Liceo Corso

0
121

Il Liceo R. Corso di Correggio apre le proprie porte per presentarsi alla città e agli studenti che sono chiamati in questo periodo a scegliere il loro futuro dopo la terza media. Le occasioni da non perdere sono in calendario nel mese di gennaio: venerdì 15 si celebra in tutta Italia e anche a Correggio la Notte Nazionale del Liceo Classico, sabato 16 invece il dirigente e i docenti incontreranno gli studenti delle scuole medie (prima presentazione alle 15 e seconda alle 16.30) presso la sede dell’Istituto in via Roma 15.
In occasione della Notte Nazionale del Liceo Classico, così come lo scorso anno, sono stati gli studenti del Liceo Corso ad aderire all’iniziativa che coinvolge altri duecento licei in Italia approntando un programma che prevede iniziative dalle 18 alle 24: lezioni magistrali, esibizioni e laboratori gestiti dai ragazzi stessi (Etimologica-mente, Miti in Corso, Coro 2.0, Mostre viventi: quadri e statue…) per concludere con l’esibizione delle band di studenti.
Oltre al tradizionale classico, il Liceo Corso di Correggio ha attivato l’indirizzo Scientifico, Linguistico e di Scienze Applicate “perché il nostro punto di forza – spiega il dirigente Luciano Caselli – è l’equilibrio virtuoso tra tradizione e innovazione. Questo spiega anche l’introduzione di corsi più moderni come Scienze Applicate accanto alla storica istituzione del Classico”. Così è anche per i progetti che spaziano dall’avviamento e sensibilizzazione alla musica classica sino ai più moderni potenziamenti con insegnante madrelingua legati alle lingue straniere (inglese, spagnolo e tedesco).
Ai 760 studenti del Corso viene proposto da anni un progetto di teatro in collaborazione coi ragazzi disabili della Cooperativa Nazareno di Carpi: lo spettacolo conclusivo viene rappresentato in occasione del Festival delle Abilità differenti al Teatro Asioli di Correggio. “Oltre a essere un’esperienza interessante dal punto di vista personale – sottolinea il preside Caselli – riveste particolare importanza dal punto di vista formativo”.
Tanti sono gli stage e gli scambi culturali che vengono attivati in collaborazione con il Victoria Language and Culture: “fra qualche giorno è previsto l’arrivo di un ragazzo di origine malese che verrà ospitato in famiglia e frequenterà la nostra scuola per alcuni mesi mentre a febbraio una classe del Liceo Corso partirà per Londra per uno stage di approfondimento linguistico abbinato a un progetto di alternanza scuola/lavoro”.
Sara Gelli

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here