I ladri pedalano sempre più: non si arrestano i furti di biciclette

0
159

Capolavoro cinematografico del neorealismo italiano, il film di Vittorio De Sica, Ladri di Biciclette ci offre uno spaccato di Italia alquanto moderno. Dal 1948 a oggi, infatti, le cose non sono cambiate. Al contrario, i ladri paiono pedalare sempre più veloce e i furti di due ruote si infittiscono giorno dopo giorno. Siamo insomma il Paese dei ladri di biciclette e anche Carpi, purtroppo, non sfugge a questo triste primato. Il fenomeno, democratico e trasversale, colpisce tutti.  Nessuno escluso. Alzi la mano chi, in città, non ha mai subìto il furto di una bicicletta: sparita nel nulla, oppure fatta a pezzi.  I ciclisti, stufi di veder scomparire il proprio mezzo di locomozione, nonostante lucchetti e catene sempre più robusti, chiedono maggior sicurezza, rastrelliere, parcheggi custoditi e un presidio puntuale dei punti critici, a partire dalla stazione ferroviaria e dal centro storico cittadino. Da tre mesi a questa parte anche la Polizia Municipale dell’Unione delle Terre d’Argine raccoglie denunce di furto di due ruote, unitamente a Polizia e Carabinieri. “In soli tre mesi abbiamo già raccolto 42 denunce di furto di due ruote”, commentano dalla Municipale. Numeri parziali che rappresentano solo la punta dell’iceberg poiché, sconfortati, molti carpigiani vittime di furti ritengono inutile persino sporgere denuncia alle Forze dell’Ordine. Ma a questa piaga se ne aggiunge un’altra, quella del mercato nero: ricordate, acquistare un mezzo rubato è reato e una bici portata a casa per pochi spiccioli dovrebbe quantomeno insospettirvi!
Jessica Bianchi

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here