Al via domani a Soliera la decima edizione di Festa del Racconto

0
64

A dare il via alla ridda di incontri, reading, spettacoli, proiezioni, concerti e dibattiti che scandiranno, declinati in oltre 40 appuntamenti gratuiti, la quattro giorni nei Comuni dell'Unione Terre d'Argine, sarà Cristiano Cavina che, alle ore 9 presso il Cinema Teatro Italia,  incontrerà gli studenti delle scuole secondarie di primo grado.
Inutile Tentare Imprigionare Sognii, questo il titolo dell'incontro condotto da Davide Bregola, nel quale Cavina racconterà, da ex ultimo della classe, gli anni tempestosi – e divertentissimi – della scuola di Casola Valsenio, suo paese d'origine, inanellando aneddoti, buonsenso, sogni e desideri di un ragazzo un po' discolo che tramite forza di volontà, studio e intelligenza è divenuto uno degli autori più apprezzati del panorama nazionale. Durante l'incontro ci sarà spazio per trattare di passioni letterarie, consigli di lettura, di vita e, perché no, dell'arte di fare la pizza.
Leone Ginzburg rifiuta di giurare fedeltà al fascismo l’8 gennaio 1934. Pronunciando apertamente il suo “no”, imbocca la strada difficile che lo condurrà a diventare un eroe della Resistenza. Un combattente mite, integerrimo e irriducibile che non imbraccerà mai le armi. Mentre l’Europa è travolta dalla marcia trionfale dei fascismi, questo giovane intellettuale formidabile prende posizione contro il mondo servile che lo circonda e la follia del secolo. Fonderà la casa editrice Einaudi, organizzerà la dissidenza e creerà la sua amata famiglia a dispetto di ogni persecuzione. Il tempo migliore della nostra vita è la storia di Leone – e di Natalia Ginzburg – dal giorno della sua cacciata dall'università sino al suo assassinio in carcere – che Antonio Scurati – scrittore tra i più apprezzati, docente universitario, collaboratore del Corriere della Sera per le pagine culturali – rievocherà a partire dalle pagine del suo ultimo, acclamato romanzo, alle ore 21 in piazza della Repubblica, in un incontro condotto da Emanuele Ferrari.
A seguire e concludere la giornata, alle ore 22.30, Storie di trascurabile infelicità, reading di Francesco Piccolo tratto dalla sua ultima fatica. Un'occasione per il pubblico dello scrittore e sceneggiatore vincitore del Premio Strega 2014, di vivere le pagine attraverso la voce inconfondibile di chi le ha concepite, per una serata dedicata agli attimi felici ed infelici dell'esistenza quotidiana di ognuno di noi, quei momenti 'trascurabili' che accomunano ogni essere umano in un sorriso, alle volte anche amaro.
La Festa del Racconto proseguirà poi venerdì 2 ottobre, tra Carpi e Soliera, con eventi per bambini, musica e l'incontro con il Premio Strega 2015 Nicola Lagioia.
Tutti gli appuntamenti sono a partecipazione gratuita.
La manifestazione è realizzata grazie al contributo di Fondazione CR Carpi e organizzata da Biblioteca Multimediale A. Loria in collaborazione con gli istituti culturali e gli Assessorati alla Cultura dei Comuni dell'Unione Terre d'Argine.

 

 

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here