Sport e gioco uniti per una buona crescita

0
111

Un grande villaggio dedicato ai più piccoli, dove riscoprire la dimensione del gioco e dello sport. Domenica 27 settembre, Piazza Martiri, si colorerà di divertimento, movimento e fantasia, grazie all’impegno del Centro sportivo italiano – Comitato di Carpi e Castello dei Ragazzi. Vispo – Villaggio dello sport e del gioco, nato in punta di piedi dopo il sisma del 2012 per animare e rivitalizzare il centro storico, è giunto quest’anno alla sua quarta edizione e propone numerose novità, come spiega il presidente del Csi di Carpi, Guido Leporati: “riempiremo la piazza con una serie di postazioni dedicate alle attività sportive e, per la prima volta, al gioco. Il nostro obiettivo è infatti quello di accompagnare i più giovani, dai 6 ai 14 anni, in un percorso che dal gioco conduce alla pratica sportiva. Confidiamo di far appassionare sempre più bambini allo sport perché ciò che ci anima è il desiderio di aiutarli a crescere in modo sano e divertente, facendo sperimentare loro la bellezza di quel senso di unione e di amicizia che lo permeano”. A scendere in piazza, dalle 10 alle 12,30 e dalle 15 alle 19, con la colonna sonora targata Radio Bruno, saranno “baseball, ginnastica artistica e ritmica, basket, golf, tiro con l’arco, nordic walking, ciclismo, danza, arrampicata, pallavolo, calcio e badminton. Bambini e ragazzi potranno mettersi in gioco e sperimentarsi sul campo ma – ribadisce Samantha Loschi, responsabile organizzativa – in un clima ludico e non competitivo perché il messaggio che vogliamo veicolare è quello del rispetto delle regole, degli spazi e dei propri compagni di gioco”. Ovvero i valori che dovrebbero costituire le colonne portanti dello sport, perlomeno quello che si rivolge a tutti, il cui imperativo non è vincere, bensì partecipare, recuperando così il suo significato più vero. Quello più autentico: lo sport come gioco educativo e socializzante. A uscire dalle proprie mura e portare il gioco in Piazza, sarà anche il Castello dei Ragazzi, come sottolinea la responsabile Emilia Ficarelli: “vorremmo coinvolgere le famiglie, affinché anche i genitori non siano meri spettatori bensì attori  protagonisti insieme ai propri figli. L’obiettivo dell’Amministrazione Comunale è quello di far vivere in modo diverso la piazza, di renderla ancor più fruibile, soprattutto, per giovani e famiglie. Una scommessa che pare vinta a fronte del successo della Dama della Torre che ha raddoppiato le presenze e del grande afflusso registrato in occasione dell’apertura della Biblioteca dei Ragazzi durante la manifestazione Carpi c’è”. Due le proposte ludiche in campo: il campionato delle trottole e lo Snug. “Abbiamo scelto di affiancare un gioco della tradizione a una grande novità. Da una lato i bambini potranno lanciarsi in gare mozzafiato su una grande pista per le trottole e, grazie alla presenza dell’Associazione Il Tarlo, un artigiano tornitore realizzerà sul momento trottole in legno tutte da decorare e personalizzare. Non mancheranno poi giochi in legno della tradizione popolare, realizzati a mano con materiali naturali e di recupero, con cui giocare insieme ad amici e genitori. Dalle trottole – prosegue Ficarelli – si potrà passare allo Snug, grande gioco urbano (fatto di pezzi modulabili e implementabili) che consente ai ragazzi di saltare, arrampicarsi, stare in equilibrio, rotolarsi, muoversi… Un gioco bello, di design, in grado di arredare lo spazio urbano che speriamo possa occupare un angolo di piazza in modo permanente”. Un sogno che, interviene prontamente l’assessore al centro storico Simone Morelli, “diventerà realtà. Poiché il leit motiv che accompagna la nostra azione politica è quello della promozione del centro. Una promozione che da commerciale deve diventare sempre più culturale. Gli spazi del centro devono essere abitati. Vissuti. Fruiti. Per farlo è necessario valorizzarli mediante un’offerta capace di richiamare la cittadinanza”. Partire dai giovani e dalle famiglie è un ottimo punto di partenza.
Jessica Bianchi

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here