Carpi: arrestato uno spacciatore

0
93

I Carabinieri di Carpi hanno arrestato ieri un 30enne marocchino domiciliato a Carpi trovato in possesso di oltre duecento grammi tra cocaina e hashish e 5.000 euro in contanti, provento di spaccio. Le indagini dei Carabinieri sono partite dopo aver notato alcuni giovani che incontravano sempre lo stesso magrebino nei pressi di alcune vie centrali della città dei Pio. Avviando pertanto le indagini i militari sono riusciti ad identificare il giovane e seguendolo, individuare l’abitazione in cui domiciliava. Capendo di essere di fronte ad un “fornitore” di un certo livello, dopo alcuni giorni in servizi di “osservazione”, ieri pomeriggio i Carabinieri hanno deciso di intervenire bloccandolo appena sceso da casa. Infatti trovato in possesso di alcuni grammi di cocaina, hanno perquisito l’abitazione dove sono stati trovati circa 120 grammi di cocaina e 100 di hashish nascosti nel ripostiglio in dosi già confezionate per lo spaccio, nonché quasi 5.000 euro in banconote di diverso taglio in una busta nascosta sotto il materasso, che non può essere altro se non il provento dello spaccio del fine settimana, dato che il magrebino non risulta avere un lavoro. Era evidente che si era attrezzato per soddisfare le esigenze di diversi consumatori, sia dei ragazzini che prediligono l’hashish sia di quelli che si considerano più “maturi”. L’uomo, arrestato in passato già altre due volte per spaccio di stupefacenti, è stato tradotto in carcere in attesa delle decisioni del giudice.
L’attività di contrasto al fenomeno dello spaccio di stupefacenti da parte dei Reparti della Compagnia di Carpi si sta facendo sempre più raffinata, avendo innalzato il tenore e la qualità delle indagini tese ad individuare i canali più consistenti del spaccio, rivolgendo l’attenzione prevalentemente a personaggi che hanno in mano un certo giro di affari. Nel solo fine settimana, infatti le due Stazioni dei Carabinieri di Carpi e San Prospero, evidenziando un elevato impulso investigativo e impegnandosi con particolare attenzione alla tutela del territorio e della cittadinanza, hanno inferto un duro colpo al traffico di stupefacenti con un recupero complessivo di circa 720 grammi di stupefacenti e 17.000 euro di denaro sequestrato.
Il dato deve far riflettere su quanto sia dannoso per l’economia locale lo sperpero di denaro che viene destinato a finanziare l’illegalità e a far da calamita attirando spacciatori, tossici e malviventi di vario genere, anziché essere riversato e reinvestito nel circuito commerciale ed economico delle nostre città, impoverendole ulteriormente.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here