Il da Vinci vola all’estero

0
139

Si sono concluse per quest’anno scolastico per l’Itis Leonardo da Vinci due importanti iniziative di scambi internazionali, la prima in Norvegia, la seconda in Inghilterra. “Queste relazioni – sottolinea la professoressa referente del progetto Donatella Barp – hanno lo scopo di offrire esperienze di collaborazione internazionale a futuri tecnici che devono essere preparati ad agire nel mercato economico globale con competenze linguistiche e interculturali. Queste uscite non sono visite di istruzione, bensì veri e propri progetti che offrono agli studenti un periodo, seppur breve, di immersione totale nella vita e nella cultura del paese ospitante”. Dal 4 all’11 febbraio, Gaia Ruggiero 3ACH, Alessia Rinaldi 3ACH, Michael Trumbaturi (3AI), Marco Malavasi 3BM), Francesco Ferrari 4°BI, Luca Bartoli 4BI, Fabio  Bagni 4BI, Elia Goldoni (4BE), Federico Baraldi 4BE e Alessio Ferrari 4AE, accompagnati dalle docenti Barp e Fabrizia Soprani, si sono recati a Skarnes (Norvegia). Il tema della settimana era l’inverno e, dal momento che Lilleammer sarà nel 2016 sede delle Olimpiadi della Gioventù, l’attività del primo giorno è stata una specie di olimpiade con gare di sci nordico, slittino e ciaspole. Innovation Camp ha rappresentato il clou della settimana. Dopo una conferenza legata al tema della creatività, i ragazzi hanno avuto l’onore di assistere a una lezione di Ole Christian Oen, attore e direttore artistico che opera tra Oslo e Londra. Questa prima fase ha di solito lo scopo di motivare gli studenti e di mettere in moto le idee. Poi si passa al piano strategico di impresa. Quest’anno gli studenti dovevano realizzare un mezzo di trasporto invernale ed ecologico per i giovani. Dopo aver prodotto un’idea, confermata nella sua validità da un’indagine di mercato, i ragazzi sono passati alla realizzazione del prototipo. Infine hanno creato un video pubblicitario per promuoverlo e una giuria ha premiato il migliore. La professoressa referente Elisabetta Ferretti, insieme al professor Stefano Covezzi, ha invece accompagnato un gruppo nell’ambito del progetto Exchange of Excellence. Dal 24 al 28 febbraio, sei studenti del gruppo di Meccanica ed Elettronica si sono recati al Gateshead College a Newcastle upon Tyne nel Regno Unito: Mattia Limonta 4BM, Andrea Carnevali 4BM, Andrea Manganiello 3AE, Daniele Timò 3BM, Giorgia Gatti 5BE e Marcello Morini 3BE. Tra le attività, la visita al Beamish Museum, conosciuto anche come North of England Open Air Museum.  Poi si è svolta la visita all’Aston Martin Workshop per scoprire i segreti di Newcastle i ragazzi hanno dapprima partecipato alla caccia al tesoro per le strade del centro città e poi a un’attività di officina insieme ai loro colleghi inglesi; all’interno del prestigioso  College costituito da diversi campus, dotati di attrezzature e servizi all’avanguardia, gli studenti hanno svolto le attività prevalentemente nella sede denominata Skills Academy for Automotive, Engineering, Manufacturing and Logistics. Trattandosi di un corso per autoriparatori, gli studenti hanno dapprima ricevuto informazioni in merito alla sicurezza e all’utilizzo degli utensili, infine hanno operato su una automobile: rimontaggio e regolazione delle portiere, parafanghi, cofano e portellone baule di una Nissan Qashqai; al pomeriggio attività di saldatura MIG e infine riparazione e verniciatura parti di carrozzeria. “Tutte attività insolite – ha commentato la professoressa Ferretti – per i nostri studenti ma molto apprezzate”. Il Dipartimento Automotive della scuola inglese ha stretto rapporti con Nissan la quale ha una delle sedi più importanti in Europa proprio nella regione di Newcastle; di particolare interesse i modelli ibridi ed elettrici. I ragazzi hanno infine visitato il Performance Track ossia il circuito di collaudo dei nuovi veicoli.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here