La salute dall’antico mortaio al moderno estrattore

0
65

Gli antichi dicevano mens sana in corpore sano e per mantenere sano il corpo si affidavano a ricettari basati sulle proprietà delle erbe officinali, lavorate in antichi mortai secondo precise dosi che ne esaltavano le virtù curative. Una concreta dimostrazione verrà offerta, martedì 23 settembre, durante una serata organizzata dalla Casalinga, negozio di articoli per la casa e per la cucina di Carpi, che con la collaborazione del farmacista e fitoterapeuta Vitor Chiessi, della farmacia La Speranza, illustrerà l’utilizzo di frutta, verdure e piante per la preparazione di ricette per varie esigenze: antiossidante, disintossicante, drenante, rimineralizzante e detossificante. Il tutto sarà reso possibile dall’utilizzo dell’estrattore prodotto da Kuvings. Fermo restando che non ci sono dubbi sull’impiego di trattamenti di maggiore potenza in presenza di malattie rilevanti, viene sempre più messo in discussione il loro utilizzo quando il paziente è affetto da malanni di minore portata che sarebbero ben correggibili proprio con un ricorso oculato e consapevole ai fitocomplessi che da secoli hanno dimostrato la loro efficacia. E lo star bene, oltre che dal tradizionale sport, comincia anche dal cibo e dalla cucina che attraverso nuovi strumenti, come l’estrattore, può realizzare succhi che separano la parte fibrosa rendendo più assimilabili i preziosi micronutrienti contenuti in frutta e verdura. Per partecipare all’evento, che inizierà alle 21 presso la sede del negozio in via Roma, è richiesta la prenotazione, i posti disponibili sono 25. In caso di overbooking le sorelle Daniela e Paola Poletti (in foto),  titolari del punto vendita carpigiano, potrebbero replicare la serata.
 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here