La musica dell’anima

0
172

Sarà all’insegna della musica e della moda il settembre dell’Auditorium San Rocco di Carpi: sette i concerti che, da giovedì 18 a domenica 21 settembre, colmeranno di note la sala di via San Rocco, restaurata in seguito al sisma e riaperta al pubblico il 22 maggio scorso.
Le esibizioni musicali saranno affiancate dalla mostra di costumi storici, della raccolta di Mara Bertoli, Due secoli di moda femminile 700 e 800 (possibilità di visite dalle ore 16.30 alle 19.00). L’inaugurazione dell’esposizione è prevista per giovedì 18 alle ore 18.30, durante la quale interverrà, con un contributo sul tema, Giovanna Lazzi, direttrice della Biblioteca Riccardiana di Firenze.
La rassegna è organizzata da Fondazione CR Carpi e da San Rocco Arte e Cultura, in collaborazione con il Laboratorio Musicale del Frignano, l’Università Mario Gasparini Casari, l’Istituto Superiore di Studi Musicali Vecchi-Tonelli e l’associazione La Chitarra.
Ad aprire gli eventi de La musica dell’anima sarà, giovedì 18 alle ore 16.00 presso l’Auditorium San Rocco, l’Inaugurazione del XXXI Anno Accademico dell’Università Mario Gasparini Casari. Per l’occasione, alle ore 17.00, il Trio Zamuner (Emilia Zamuner, voce; Riccardo Zamuner, violino; Maria Sbeglia, pianoforte) si esibirà in Contaminazioni tra classico e jazz, un concerto pensato per unire generi diversi, in un programma vario e impegnativo che andrà da Il trillo del diavolo di Tartini ad alcune celebri melodie dei film Disney, passando per i capricci di Paganini, i brani di George Gershwin e quelli del musical Notre Dame de Paris. All’esibizione seguirà un rinfresco.
Venerdì 19 sarà invece la volta di un doppio concerto. Alle ore 20.30 aprirà la serata l’esibizione dell’Ensemble Libervox Vecchi-Tonelli che, diretto da Costanza Gallo e composto da ex allievi dell’Istituto e da talentuosi cantanti modenesi, reinterpreterà brani della tradizione africana, avvalendosi della collaborazione dei percussionisti dell’Istituto superiore Vecchi–Tonelli, diretti da Lucio Caliendo. Alle ore 21.30, infatti, sarà poi il momento di Anime musicali, il concerto del Pitros Duo (Luigi Santo, tromba; Daniela Gentile pianoforte) che ripercorrerà la musica romantica, periodo d’oro dei due strumenti che compongono la formazione cameristica, per una serie di momenti nei quali, a farà da padrone, sarà l’emozione.
La formula del doppio concerto terrà banco anche sabato 20 settembre, con l’esibizione dell’Orchestra di chitarre dell’Istituto Vecchi-Tonelli, alle ore 20.30 e, a seguire, alle ore 21.30, quella del Trio Opera Viwa (Silvia Martinelli, soprano; Fabio Taruschio, flauto; Andrea Trovato  pianoforte) che, con Le chant du Rossignol, condurrà gli spettatori in un viaggio nell’incanto dell’opera lirica.
Saranno infine due esibizioni pomeridiane a chiudere la rassegna, domenica 21 settembre: alle ore 16.30 saliranno sul palco gli allievi delle Scuole Alberto Pio seguiti, alle ore 17.30, da Concerto dalla Magica Praga nel corso del quale, grazie al prestigioso Nuovo Trio Faurè (Flavia Brunetto pianoforte; Silvano Minella, violino; Marco Perini, violoncello), si rivivranno le incomparabili atmosfere musicali della città boema, ricca di fascino, mistero e magia.
“Tra gli obiettivi de La musica dell’anima – commenta il presidente di San Rocco Arte e Cultura Giuseppe Ferrario – vi è anche quello di affiancare i giovani talenti locali a musicisti già affermati a livello nazionale e oltre, per permettere ai primi di esibirsi davanti ad un vasto pubblico e ricevere, al contempo, gli stimoli di esecutori di grande talento ed esperienza. Per il pubblico, invece, l’occasione è quella di scoprire l’offerta musicale del nostro territorio e insieme godere delle esecuzioni di grandi maestri”.
Gli eventi previsti per sabato 20 settembre saranno inseriti all’interno del programma di Carpi C’è, la giornata di festa del centro di Carpi organizzata da Comune, Consorzio ConCarpi e Carpi C’è.
 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here