Vallauri protagonista a Roma

0
176

La XII Giornata dell’economia delle Camere di commercio, dal tema Giovani, Innovazione e Creazione di Valore, ha ospitato la cerimonia di premiazione della settima edizione del premio Scuola, Creatività e Innovazione e del premio Giovani Innovatori d’Impresa. La manifestazione si é svolta a Roma, il 4 giugno scorso, nella cornice di Villa Massenzia, nel cuore del Parco Archeologico dell’Appia Antica. Tra le scuole premiate anche l’IstitutoVallauri di Carpi, rappresentato dalle professoresse Roberta Righi ed Emanuela Croci, vincitore del secondo premio del valore di 7.500 euro per la sezione Design, con il progetto Ricicl’art, realizzato dalle classi 3B, 3D, 3E e 3C. Dopo gli onori di casa di Andrea Granelli, presidente Kanso, la mattinata è proseguita con la relazione di Ferruccio Dardanello, presidente di Unioncamere il quale, illustrando la situazione economica italiana, si è dimostrato fiducioso circa la ripresa, grazie soprattutto alla presenza di giovani con ottime competenze, creatività e capacità di realizzare prodotti innovativi e unici, come quelli presentati dalle scuole e dai giovani imprenditori premiati. La mattinata si è poi conclusa con le parole di Ermete Relacci, presidente della VIII commissione Ambiente Territorio e Lavori Pubblici della Camera dei Deputati, il quale ha sottolineato come i progetti premiati, nati in realtà specifiche del territorio italiano, siano stati in grado di fare rete con le esperienze e le competenze dell’ambiente in cui sono cresciuti. Il progetto Ricicl’art è nato dall’idea di trasformare i banner in Pvc che pubblicizzano le iniziative ospitate dal polo museale di Carpi, in prodotti di uso quotidiano, come astucci, porta I–pad, borse, creativi e innovativi: pezzi unici, costruiti artigianalmente da ragazzi che mettono passione nel lavoro che fanno, nonché opere d’arte contemporanea in quanto, una volta realizzati, sono stati esposti negli ambienti museali che ospitavano le mostre pubblicizzate dai banner stessi e di cui portano memoria. La progettazione di Ricicl’Art ha coinvolto oltre alla professoressa Righi, referente del progetto, le docenti di modello e disegno del corso moda e Manuela Rossi, direttrice dei Musei di Palazzo Pio. Hanno collaborato alla realizzazione del progetto anche numerosi soggetti esterni alla scuola: il centro di formazione Ceas e le ditte Essent’ial, Color Service, Hydra e Tutto legno. “La scuola ha instaurato un dialogo attivo con il territorio – spiega Roberta Righi –  contribuendo a diffondere una cultura che ha le sue basi nella valorizzazione dell’istruzione, della creatività, nel rispetto dell’ambiente e delle opere artistiche in esso inserite. Il progetto Ricicl’art deriva infatti il suo nome dall’unione della parola Riciclo e Arte, per evocare i suoi temi fondanti, ossia il riutilizzo artistico dei banner che escono dai magazzini dei musei per ritornarci in una mostra, completamente trasformati grazie alla creatività degli studenti. Questo progetto ha valorizzato le competenze e le capacità di ogni studente e ha dato vita a  collaborazioni professionali che potranno sfociare in successivi posti occupazionali”.
 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here