Sempre così, a modo tuo, prof Patti

0
338

Un sabato 14 giugno speciale per l’Itis Leonardo da Vinci: un’ottantina di colleghi e amici hanno festeggiato il meritato pensionamento della professoressa Patrizia Camurri, docente di matematica per quasi 40 anni, trenta dei quali brillantemente spesi a formare generazioni di studenti dell’istituto carpigiano.
Il pranzo di saluto si è tenuto presso la sala parrocchiale di Limidi – messa a disposizione da don Antonio Dotti – ed è stato intervallato da pezzi musicali ad hoc: il primo brano A modo tuo, una divertente rielaborazione di My Way di Frank Sinatra (realizzata da Vanda Gambaiani, Nicoletta Borsari, Fabrizia Galli e Alessandro Dallari), ha sottolineato con ironia la determinazione della prof Camurri e, al contempo, il suo ruolo fondamentale nell’organizzazione della scuola unito all’interesse umano e professionale per studenti e colleghi. Poi è stata la volta di Dalle un mattarello, sulle note di Datemi un martello, scritta da Stefano Covezzi e cantata da un coro improvvisato di voci… più o meno intonate, ma piene di entusiasmo, canzone che ha messo in luce le passioni della festeggiata, quelle per l’insegnamento e la cucina. Le riunioni dei suoi consigli di classe sono sempre stati allietati da una torta casalinga… come ben sanno i colleghi!
Lo stesso tono, tra l’ironico e l’affettuoso, è stato usato da Alberto Prandi, poeta carpigiano ed ex-docente del Da Vinci: ha declamato l’Ode a Patrizia, scritta naturalmente per l’occasione, che ha strappato risate e applausi ai presenti.
Non sono mancati nemmeno i saluti degli studenti. A nome di tutti loro, l’intensa voce del cantante Stefano Cattini ha regalato un’ultima emozione alla professoressa Camurri, con la versione speciale di My way in lingua originale, diventata Her way.
Patrizia Camurri ha trattenuto a fatica le lacrime e, per usare parole sue, ha “sentito intorno a sé un affetto unico, che vale tutti e trenta gli anni passati al Da Vinci. Grazie con tutta la voce del cuore”.
 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here