Il peso della cura

0
59

Quarto appuntamento a Carpi del Caregiver Day: una quattro giorni di attività seminariali, eventi culturali, laboratori e approfondimenti dedicati ai Caregiver, ovvero a coloro che si prendono cura di un proprio familiare malato, non auto- sufficiente o disabile. L’iniziativa è realizzata dalla Cooperativa Anziani e non solo con il contributo dell’Unione Terre d’Argine e il patrocinio dell’Ausl di Modena. Si comincia mercoledì 28 maggio, alle 14,30 al Mac’è, con un incontro di formazione rivolto a insegnanti, operatori sociali ed educatori per imparare come riconoscere e supportare i ragazzi che si prendono cura di un fratello, di un genitore o di un nonno in difficoltà. La sera, il Mac’è ospita una festa dedicata ai giovani Caregiver. Il pomeriggio del 29 maggio, alle 14,30 al Carpine, è dedicato in particolare gli operatori sociali e sanitari che operano nei servizi assistenziali, per far loro conoscere e testare nuovi strumenti per la riabilitazione cognitiva degli anziani e capi di abbigliamento studiati appositamente per le esigenze della terza e quarta età. In serata, verrà presentato il libro Se ti abbraccio non avere paura, la storia del viaggio attraverso il continente americano di un padre e del figlio autistico. Sarà presente l’autore, Fulvio Ervas. La giornata di venerdì 30 maggio è dedicata a due convegni: al mattino, alle 9,30 alla Loria, si parlerà di come l’integrazione tra servizi sociali e sanitari può sostenere i Caregiver familiari, alla presenza – tra gli altri – di Anna Banchero, coordinatore Politiche Sociali della Conferenza Stato-Regioni e con la testimonianza di molteplici buone pratiche realizzate in diversi contesti territoriali italiani. A concludere i lavori sarà il direttore generale dell’Assessorato alle Politiche Sociali e Sanitarie della Regione Emilia Romagna Tiziano Carradori. Al pomeriggio, il tema è il lavoro di cura come opportunità di occupazione per i Caregiver familiari. Ne discutono Rosa Amorevole, consigliera di Parità della Regione Emilia Romagna, Concetta Maria Vaccaro, responsabile dell’area Welfare di Censis e rappresentanti di alcuni dei principali Patronati italiani. Conclude i lavori Natale Forlani DG Immigrazione e delle politiche di integrazione del Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali. La sera, l’attrice Daniela Poggi presenterà delle letture dal suo spettacolo Madre di mia madre, ispirata alla propria esperienza di Caregiver della madre malata di Alzheimer. Il 31 maggio, alle 9 in Sala Mori, la sessione conclusiva su Caregiver: riconoscimento del ruolo e politiche, in cui verrà presentata – dalla consigliera regionale Paola Marani – la legge recentemente approvata dall’Assemblea legislativa della Regione per il riconoscimento e il supporto della figura del Caregiver familiare. Ne discuteranno rappresentanti dell’Anci e della Lega delle Autonomie dell’Emilia Romagna, di Agenas, interverrà il portavoce del Forum nazionale del Terzo settore Pietro Barbieri. A concludere i lavori è stato invitato il sottosegretario onorevole Luigi Bobba. In tutte le sessioni di lavoro l’apertura dei lavori sarà caratterizzata da testimonianze di Caregiver familiari che esprimeranno le loro esperienze, i loro bisogni, le loro aspettative. Il pomeriggio del 31 maggio consentirà ai Caregiver di partecipare a laboratori di arte-terapia e di respirazione, di incontrare associazioni che offrono aiuto a chi cura, di imparare tecniche utili per i Caregiver come effettuare la disostruzione delle vie aeree, misurare la pressione, effettuare lo stick glicemico. Sarà presentata una linea di prodotti mirata a favorire l’autonomia e rispondere a bisogni di vestizione di persone non autosufficienti e una piattaforma di telecare.
 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here